INCENERITORE, PROVINCIA CONDANNATA A RISARCIRE LA LADURNER

Prc agliana e inceneritoreFIRENZE-PISTOIA. La Provincia di Pistoia, su sollecitazione di Arpat, emanò nel settembre del 2013 l’ordinanza 1106 che impegnava Ladurner a sospendere l’uso del forno di incenerimento della Linea 1.

Su tale ordinanza mancava una data o un altro elemento formale che è bastato alla Ladurner per avere soddisfazione dal Tar e ottenere l’annullamento della suddetta ordinanza firmata dal dottor Ariberto Merendi (lo stesso della relazione Sichi: vedi) attraverso la sentenza n° 00935 del 2014.

A seguito di ciò, la Ladurner ha promosso una richiesta di risarcimento del danno per aver tenuto “fermo” un mese il forno Linea 1 e oggi potrà passare alla cassa della Provincia di Pistoia – oramai corpo in disfacimento – per la riscossione di 237mila euro che finirà per gravare non sui responsabili, sia pur colposi, del fatto (presidente della Provincia, Merendi e ingegner Valori), ma, come d’uso, sulle spalle del cittadino.

Sì. Pagheranno i cittadini, tassati e beffati, che, dopo aver concesso la gestione del gioiellino di via Tobagi agli uomini della società altoatesina, saranno chiamati a soddisfare il danno da essa vantato.

Amara la considerazione sulla circostanza surreale che vede la Ladurner solo formalmente soggetta alla Cis Spa, che a sua volta sarebbe soggetta ai tre Comuni proprietari (cioè gli stessi cittadini chiamati al pagamento), enti che, evidentemente, poco controllano e sono/saranno costretti a “ripianare” le perdite dell’impianto.

La Ladurner, peraltro, viaggia sul filo del rasoio e sembra fiscalissima nei confronti dell’amministrazione provinciale pistoiese, ovvero con i cittadini che l’Ente rappresentata: ma è anche resistente a ogni ispezione, critica o commissione d’inchiesta, mantenendo un comportamento di spregiudicata chiusura in casa degli stessi cittadini della Piana, suoi datori di lavoro.

Viene da chiedersi se sia davvero necessario che l’impianto venga gestito da una società esterna. E se non esistano maestranze e competenze che possono adempiere alle funzioni gestionali dell’inceneritore dopo anni di esercizio ed esperienza dei vari Perruccio, Marchiani, Tesi, Franceschi e altri.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento