inchiesta bertinelli. GIOVANNELLI (PD): «LA NAZIONE? SOLO INACCETTABILE PERVICACIA»

La Nazione, 4 agosto
La Nazione, 4 agosto 2016

PISTOIA. Osservo con crescente stupore il tenore del dibattito animato dal quotidiano “La Nazione” intorno alla vicenda che coinvolgerebbe Sindaco, Giunta ed alcuni dipendenti del Comune di Pistoia.

Per capire quali siano i dati di fatto al riguardo – i soli disponibili – basta fare riferimento alle parole del Procuratore della Repubblica, dott. Paolo Canessa. Parole di assoluta chiarezza che avrebbero dovuto definitivamente chiudere il “chiacchiericcio” – perché di questo si tratta – intorno ad una questione in fin dei conti molto semplice.

Per la precisione, i fatti sono due, e li elenco a partire dalle parole del Procuratore:

  1. «sono in corso accertamenti relativi a presunti comportamenti illeciti di appartenenti alla Amministrazione comunale di Pistoia tenuti nell’ ambito delle loro rispettive competenze».
    Questa notizia, dalla quale peraltro non emergono i nomi di coloro i quali sono oggetto di tali accertamenti, è nota da qualche mese
  2. «non sono state emesse informazioni di garanzia».
    Questa seconda notizia, se rapportata alla “non-notizia” de La Nazione del 4 agosto, quella da cui tutto ha originato («indagine choc, avvisi a Sindaco e Giunta», recitavano le locandine che campeggiavano davanti alle edicole di tutta la città), è la più rilevante.

Tuttavia “La Nazione”, in data 5 agosto, cioè dopo che già era emersa l’infondatezza delle notizie del giorno precedente, e dopo la conferenza stampa del Sindaco, nel riportare le parole del Procuratore Canessa titola: «accertamenti su presunti comportamenti illeciti», sottolineando così la notizia – delle due – meno significativa, in quanto già nota da mesi, ed evitando di dare il doveroso rilievo all’unico vero fatto, e cioè che, a differenza di quanto affermato dalla stessa Nazione, non esistono, allo stato attuale, informazioni di garanzia.

Alessandro Giovannelli
Alessandro Giovannelli

Oggi la notizia principale pubblicata da La Nazione di Pistoia va sotto il titolo, riportato a caratteri cubitali a pagina 2, «l’inchiesta va avanti». Non una ritrattazione, tantomeno scuse ai presunti indagati, sbattuti in prima pagina con tanto di specificazione dei capi di imputazione, anch’essi presunti; nemmeno un riferimento al fatto che nessuno, ad oggi, ha ricevuto avvisi di garanzia.

Devo dire che da cittadino, prima ancora che per i ruoli che rivesto, mi sento profondamente indignato.

È un sollievo che dalla città, numerosissimi, siano stati gli attestati di stima e di piena fiducia nei confronti del Sindaco Bertinelli e di tutti i componenti dell’Amministrazione, oggetto di questa campagna.

Anche la stampa locale, al netto de La Nazione, ha saputo assumere posizioni equilibrate, dando il giusto rilievo alle cose per come stanno. Ed anche tra i giornalisti, molte sono state le dichiarazioni di solidarietà e fiducia alle persone coinvolte e di sdegno per una condotta volta al discredito di persone perbene.

Da esponente politico e da Consigliere comunale di questa Amministrazione, rilevo come da tutti i principali attori della politica locale siano emersi attestati di stima e vicinanza, a partire dalla Conferenza dei capigruppo, fino alle varie forze politiche, sia della maggioranza che della minoranza.

Samuele Bertinelli
Samuele Bertinelli

Sempre da cittadino, ritengo questa situazione pericolosa per la democrazia ed inquietante per i molti aspetti non chiari che ne emergono.

Leggere di persone che si suppone fossero al corrente delle notizie di indagini in corso già diversi giorni prima della giornalata de La Nazione fiorentina, o dover prendere atto del perseverare di una testata giornalistica del prestigio della suddetta su una linea editoriale che pare considerare “oro colato” fonti ignote che millantano notizie differenti da quelle divulgate dal Procuratore della Repubblica, contribuisce a creare un clima davvero pesante.

Da parte mia, l’auspicio è che il fascicolo aperto dalla Procura per violazione di segreto d’ufficio possa contribuire a portare tutto alla luce del sole.

Quanto al Sindaco Bertinelli la fiducia e la stima che nutro nei suoi confronti ne escono accresciute, certo come sono che abbia sempre operato – lui e l’Amministrazione tutta – solo ed esclusivamente per gli interessi generali e della città, sempre col rigore che gli è proprio e che tutti gli riconoscono.

Alessandro Giovannelli
Segretario Unione Comunale Pd Pistoia

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento