inciuci&presediculo. I SOGNI INFRANTI DEGLI ELETTORI PENTASTELLATI

«Chi per un attimo non ha pensato che davvero questi nuovi arrivati avrebbero potuto se non salvare, almeno migliorare le schifezze lasciate in eredità dal Pd e dai suoi sostenitori?»
Testa di cazzi, maiolica di Francesco Urbini (1536). Un nuovo simbolo per il governo giallo-rosso?

I SOGNI si sono infranti. Chiunque si sia aggrappato, almeno per un istante, a quel filo viscerale di speranza che aleggia dentro ognuno di noi, anche nel più scettico, ha dovuto fare i conti con l’amara sconfitta.

Eppure il Movimento 5 Stelle sembrava essere l’unico vero spiraglio di luce in fondo al tunnel dell’ovvietà.

Timidi, avulsi dal mondo politico, acerbi di ogni scaltrezza o tornaconto personale, laureati o con la terza media in mano, “figli del popolo” più di qualsiasi altro cattocomunista piddino che vive con i soldi di papà ma inneggia all’accoglienza (a casa tua, non sua, ovviamente..), Di Maio e company sembravano essere forgiati per diventare i nuovi eroi del ventunesimo secolo. Nessuno più di loro.

Chi per un attimo non ha pensato che davvero questi nuovi arrivati avrebbero potuto se non salvare, almeno migliorare le schifezze lasciate in eredità dal Pd e dai suoi sostenitori?

Chi per un solo istante non ha intravisto nei grillini quella volontà di cambiare le carte in tavola una volta per tutte? In loro brillava il seme integerrimo della ribellione degli oppressi.

Alla fine tutto torna (all’ovile)

Niente da fare. Qualunque speranza è ormai vana. Accecati dal Dio Denaro e dall’ebbrezza  della Divina Notorietà ciascuno di loro è stato risucchiato dalla comodissima poltrona politica.

Ma questo non è bastato a trascinare i seguaci del Movimento Cinque Stelle nel rimorso di averli sostenuti: ora anche l’onta peggiore, quella che marchia a fuoco la pelle. L’alleanza con il partito innominabile, l’immondo per eccellenza, quello che ci ha lasciato le putride piaghe di Mortadella, Veltroni e Renzi (“Governerò passando dalle elezioni, non dagli inciuci di palazzo” aveva urlato quest’ultimo…).

L’alleanza con il partito di “sinistra” che fa ridere anche i polli morti e sepolti.

Grazie Di Maio e company per averci fatto credere ancora una volta che l’inferno esiste. Soprattutto sulla terra.

Monica Diaz
[redazione@linealibera.info]
Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei


Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email