“INNO ALLA VITA”, L’OPERA DI JORIO VIVARELLI PER L’OSPEDALE SAN JACOPO

L’inaugurazione

PISTOIA. “Inno alla vita” è un esemplare dell’opera bronzea realizzata dallo scultore Jorio Vivarelli, uno dei più importanti artisti pistoiesi del Novecento per il Parco della Pace di Nagasaki.

L’imponente scultura in bronzo alta circa 3,5 metri è stata collocata all’ingresso esterno dell’Ospedale San Jacopo di Pistoia. La scultura è un dono di Lions Club Pistoia alla comunità pistoiese grazie alla disponibilità della Fondazione Vivarelli. La fusione è stata effettuata dalla Salvadori Arte di Pistoia.

L’opera è stata inaugurata questa mattina alla presenza del professor Giulio Masotti, presidente Fondazione Vivarelli, Enrico Cocchi, presidente del Lions Club Pistoia, Elena Becheri assessore attività e istituzione culturali del Comune di Pistoia, Giacomo Corsini direttore sanitario dell’Ospedale San Jacopo, Daniele Mannelli direttore Società della Salute pistoiese.

La scultura era stata collocata temporaneamente davanti al vecchio ospedale del Ceppo, oggi è stata posta definitivamente al San Jacopo. “Inno alla vita” ha un significato simbolico per tutte le persone ricoverate in ospedale e per tutte le nuove vite che nasceranno nel presidio.

L’opera infatti rappresenta un simbolo di speranza, spiega Ugo Poli presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Jorio Vivarelli, era stata realizzata per il Giappone in segno di pace. Quella originale si trova a Nagasaki nel Giardino dei ciliegi fioriti  in ricordo del disastro nucleare che distrusse la città.

La foto di gruppo

Il Presidente Lions Pistoia Enrico Cocchi ha ringraziato tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione di questo service, il Comune di Pistoia e l’Azienda Sanitaria che ha concesso il posizionamento dell’opera. Per noi, ha sottolineato rappresenta un dono simbolico alla città verso coloro che ritrovano la salute, sono curati in ospedale e per le vite che verranno alla luce.

Una mamma innalza al cielo il suo bambino e ci invita, mentre ci rechiamo in ospedale ad alzare lo sguardo, commenta l’assessore Elena Becheri. Credo che questo gesto sia uno degli intenti dell’artista, certamente un simbolo di speranza e ottimismo.

Questo presidio ospedaliero, grazie anche al posizionamento di questa importante opera è inserito in un contesto culturale, sottolinea Giacomo Corsini, ringrazio a nome dell’ospedale e della Direzione generale dell’Azienda Sanitaria il Lions Club Pistoia e la Fondazione Jorio Vivarelli.

Certamente, ha concluso Daniele Mannelli, quest’opera rappresenta un elemento di valore e di radicamento locale.

[vannucchi – asl centro toscana]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento