italia post-renzi. BIM VOLATILI: QUESTI SONO PEGGIO DI SCAJOLA!

Fanucci con Irrati
Sempre in prima linea. Fanucci con Irrati

PISTOIA. Gaudeamus igitur!

Abbiamo una economia a pezzi, un Sig. Vanni (niente a che fare con il dantesco Vanni Fucci ladro, sia chiaro) che piagnucola perché non ha più soldi, ma che ritornerà ad essere Presidente di questa Provincia (soppressa dai suoi compagni), nominato ma non eletto, una Pistoia capitale della cultura 2017 con un suburbio disastroso e il centro storico che è un letamaio e un vespasiano a cielo aperto, ma… abbiamo un personaggio che di nome fa Irrati e che è divenuto “arbitro internazionale”!

La stampa “organica” ci si butta. Minchia, Sig. Tenente!

La stampa locale, quella che “accatta” pezzi di cronaca ci mostra l’Uomo dei pantaloncini internazionali accanto a un putto biondo che si chiama Fanucci, è deputato del P[artito] D[emente] di questa Repubblica in cui dove c’è una foto, lui c’è.

Lo attendiamo, il putto, in Montagna, per magnificare la profonda mutazione non solo geografica avvenuta con la fusione dei quattro comuni montani. Ci verrà a portare, approssimandosi la Befana, i soldi dei Bim (non riscossi e quindi scomparsi), catrame sufficiente per “livellare” le strade, un ospedale soppresso tanto che la gente adesso richiede  “almeno” come Pronto Soccorso, giocando al ribasso e attendendo almeno questa miserevole gratificazione sanitaria.

Ci porterà anche gli “assassini politici” della Montagna attraverso l’opera indegna che nella ex Comunità Montana qualcuno ha premeditatamente o colpevolmente messo in atto?

E Marroni ha perso la parola...?
E Marroni…?

Tutto questo, e non solo, mentre i vertici della Sanità si creano nuove posizioni stipendiali niente male e dove l’ufficio della “verità”, che poi sarebbe l’ufficio stampa/veline, ci offre solo la verità dei capoccia  e non quella reale. E tutti applaudono.

Lo potete leggere negli articoli a firma varia e addirittura nel comunicato di un Sindacato, il Fials, che svolge il proprio compito e sembra non essere asservito agli sciancati mentali che sovraintendono alla sanità toscana.

Quella sanità che ha avuto come suo Assessore quel Marroni (ve lo ricordate? Era quello che parlava di “patti territoriali incisi nel bronzo”, mentre Rossi voleva prendere a calci in culo Abati se non faceva un eliporto a San Marcello!)  che “parlava ai trattori”, che ha fatto scempio del servizio sanitario sul territorio ed è stato promosso a dirigere la spesa pubblica nazionale nell’ennesima “agenzia nazionale” che mangia “soldi nazionali”.

Questo Signor Marroni ha deciso che invece di parlare ai trattori-Fiat, donde veniva, era meglio parlare alla Guardia di Finanza: così sono finiti sotto indagine i vertici nazionali della Benemerita oltre ai soliti adepti di quel “giglio magico” che volevano cambiare l’Italia e che sono riusciti, forse, a salvare solo le banche di loro interesse.

Di loro interesse e dei loro amici e amici degli amici. Come andrà a finire questa vicenda? Come il quarto di miliardo di euro sparito nella sanità a Massa. Nessun ladro, nessun colpevole, tutti innocenti. I soldi “si sono rubati” da soli! Questi sono peggio di Scajola!

L'ospedale di San Marcello: potenziato con l’ascia di Enrico Rossi
L’ospedale di San Marcello: potenziato con l’ascia di Enrico Rossi e le veline dell’ufficio stampa Asl

Questo “putto” biondo e fotogenico che ci succhia “palate di soldi” mensilmente, al pari di centinaia di suoi sodali, ci deve spiegare la differenza fra il sig. Irrati e il famoso, lui sì, Banana: tutti e due arbitri, ma con la differenza che il sig. Irrati, come tutti i suoi colleghi, prende molti soldi, insomma opera con i cosiddetti “rimborsi” e di lui  ci fanno sorridere comportamenti e  forme quando arbitra e fa finta di essere tutto vedente e tutto giudicante, mentre il mitico Banana arbitrava, gratuitamente, dopo il suo onesto lavoro di accalappiacani e si beccava frizzi e lazzi dagli spettatori, per i quali l’arbitro, chiunque fosse, come minimo, aveva una sua peculiarità anatomica in testa…

Se a Pistoia, come ci auguriamo, sarà edificato un nuovo bagno (cesso, volgarmente) pubblico, avremo l’onore della ridanciana e fotografica presenza del “putto” Fanucci? Così, tanto per saperlo e per prenotarsi, perché, se non vi spiace, il primo sciacquone vorrei tirarlo io.

P.S. – Siamo in pieno regime e senza virgolette: quando scrivo “putto” non intendo offendere alcuno. Per il significato, per cortesia, andate a leggervelo sul vocabolario, come “politicamente trombato/a” etc. Grazie.

[Felice De Matteis]

____________

Intervento di critica e commento ex art. 21 Costituzione.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “italia post-renzi. BIM VOLATILI: QUESTI SONO PEGGIO DI SCAJOLA!

  1. questo ragazzo dai riccioli d’or, non perde occasione per mettersi in mostra e fare una foto con chiunque possa portargli un po di visibilita’, ricordiamo a tutti i votanti del P(rendere D(ai poveri per dare ai ricchi, il sopra citato e sopravalutato, non ha fatto mai una beneamata mazza in vita sua, specialmente LAVORARE, pero’ ha votato a favore della bellissima riforma del lavoro detta jobact, da non confondere con blowjob, a cui molti di loro sono abituati, non sa nemmeno cosa vuol dire fare un picchetto, una guardia, un’addestramento militare, pero’ ha votato per il rifinanziamento delle missioni di GUERRA in medio oriente, ha votato a favore della privatizzazione dell’acqua dopo che un referendum aveva sancito che i cittadini volevano l’acqua pubblica, e le volte che l’ho sentito parlare, ho dedotto che e’ il nulla che parla del niente, si da un gran d’affare quando ci sono questi incontri con i cittadini del loro partito, per far vedere che lui e’ per la democrazia, sempre che sappia cosa vuol dire, che e’ a favore della partecipazione dei cittadini pero’ faccio come dico io, e tutto questo non lo fa vergognare un pochino? Ma avendo la faccia come le terga, dubito molto che si possa vergognare, e tutte quelle schifezze che ha votato lui, le ha votate anche la caterina detta bini prossima candidata a sindaco di Pistoia? Ecco, cittadini di Pistoia e prossimi votanti, ricordatevi di queste cose quando siete all’interno di una cabina elettorale, perche’ purtroppo molte volte la memoria e’ labile e ci dimentichiamo di questi personaggetti e di quello che non fanno a favore dei cittadini, ma a favore delle lobby, degli impresari loro amici, dei loro padri vicepresidenti di banche e chi più ne ha più ne metta. Meditate gente, meditate (minuscolo voluto per questi personaggi di cui non ho nessuna stima) Salvatore Maiorano

Lascia un commento