JACOPINA, IL MARCHIO REGISTRATO DA SABELLA COME PRIVATO

Pistoia in Azione chiede spiegazioni

Marchio 1

PISTOIA. Nelle scorse settimane è giunta alla nostra attenzione una questione, che ad oggi, con le informazioni in nostro possesso, saremmo portati a definire curiosa.
Stando al sito europeo Tmdn.org, nel 2021 l’assessore Sabella avrebbe registrato a proprio nome — come persona fisica e privato — il marchio della IACOPINA. Non occorre grande acume per intuire l’anomalia della circostanza: un Assessore che, nell’espletamento delle proprie funzioni pubbliche, “inventa” un prodotto (o altro) fortemente identitario per la città e, pur avendolo fatto in ragione del ruolo pubblico che ricopre, decide di registrarne a titolo personale il marchio.

Marchio 2

Ci saranno sicuramente delle motivazioni che hanno imposto all’Assessore la via della registrazione come privato.
È possibile conoscerle?

Ripetiamo, al momento siamo solo curiosi.
E quindi prima di giungere a frettolose conclusioni, ci preme fare due domande.

La prima, come anticipato sopra, perché la registrazione è stata fatta come persona fisica?
La seconda se esista un accordo, una scrittura privata registrata o un contratto tra Sabella persona fisica e il Comune di Pistoia in cui l’assessore abbia ceduto a titolo gratuito il diritto all’utilizzo, alla promozione e alla diffusione del prodotto “jacopina” al Comune.
Magari nella stessa data o in una poco successiva alla registrazione del marchio.

Perché se così fosse la questione assumerebbe scarsa rilevanza, pur restando un mistero, ad ora, il motivo per cui non sia stato direttamente l’Ente a registrare il marchio a nome proprio.

[pagnini — pistoia in azione]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email