JOLLY RACING TEAM E GIOVANNI MORI VINCONO LA TERZA COPPA VILLE LUCCHESI

Mori sul podio

LARCIANO. È salita sul gradino più alto del podio la scuderia Jolly Racing Team, vincitrice con il suo portacolori Giovanni Mori della 3ª Coppa Ville Lucchesi, contesto riservato alle vetture storiche andato in scena nel fine settimana sui chilometri della provincia di Lucca.

Il confronto ha premiato la performance dell’esperto driver lucchese, al volante della BMW M3 E30 condivisa con il copilota Giacomo Ciucci. Una performance valsa la vittoria del Memorial Renato Fruzzetti, istituito in ricordo dell’ indimenticato pilota, recentemente scomparso.

“Una grande emozione, centrare la vittoria assoluta — il commento di Giovanni Mori all’arrivo — siamo partiti con un buon ritmo, pur sbagliando la scelta di gomme. Poi abbiamo rimediato consolidando il margine ed amministrando fino all’ arrivo”.

Un contesto, la 3ª Coppa Ville Lucchesi, che è stata parte integrante di un fine settimana di elevato spessore, caratterizzato dalle evoluzioni del Rally Coppa Città di Lucca, confronto che ha chiamato in causa molti degli esponenti della scuderia valdinievolina.

Vittoria nella classe R2B per Massimiliano Danesi ed Andrea Sarti, all’esordio sulla Ford Fiesta Rally 4. Una condotta crescente, quella di cui si è reso protagonista il pilota marlianese, concretizzata sul gradino più alto del podio di una classe che ha fatto registrare il ritiro di un altro assoluto interprete, Lorenzo Ancillotti, incappato in una serie di variabili negative che hanno interessato la sua Peugeot 208 R2B, condivisa con il fratello Cosimo.

Problematiche che lo hanno costretto alla resa sull’ultima prova speciale, teatro della rottura di un semiasse. Vittoria nella classe N3 per Emanuele Corti ed Arianna Catalano, su Renault Cio RS, alla prima apparizione sportiva della stagione. Terza piazza di classe A0 per Andrea Lenzi e Riccardo Carabellese, in gara su Fiat Seicento.

Mori durante la gara

Per il pilota della Valdinievole l’occasione di confrontarsi con gli avversari di una classe diversa da quella abituale, caratterizzata da grande partecipazione e contenuto agonistico.

Una “toccata” della sua Renault Clio R3C sulla seconda prova speciale ha costretto Gianfranco Masi e la copilota Sabrina Cintolesi ad una condotta aggressiva nei successivi chilometri. Una problematica, quella occorsa all’equipaggio, che non ha negato loro un arrivo di grandi contenuti.

Seconda posizione nella classe A5 per Luca Fagni ed Alessandro Massaro, con il pilota portacolori di Jolly Racing Team tornato a saggiare le caratteristiche della Peugeot 106 dopo un recente trascorso al volante di vetture di caratura superiore e limitato da un testacoda occorso sulla prova speciale “Pizzorne”.

Sesta piazza di classe R2B per Stefano ed Alessandro Dini, al volante di una Citroen C2 messa al confronto con i più recenti esemplari di categoria, le ben più performanti Peugeot 208.

[michi— jolly racing team]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email