la buona notizia 2. “HA DORMITO CON I CINGHIALI CHE LE GIRAVANO ATTORNO..”

Dall'associazione Oltre il racconto del ritrovamento della quarantenne quarratina Ilaria Tofani. Il ringraziamento del sindaco Marco Mazzanti

 

Il fuoristrada dell’associazione Oltre a Santallemura

QUARRATA. Sulla vicenda che ha visto coinvolta la quarantenne quarratina condividiamo con il sindaco Marco Mazzanti intervenuto oggi con un comunicato l’augurio che “questa brutta vicenda possa presto essere lasciata alle spalle”. 

Ma è d’obbligo un ringraziamento pubblico allo “schiarimento di forze da parte degli apparati statali, a partire da Vigili del fuoco, Carabinieri, Polizia, reparti speciali tra cui i cinofili e i sommozzatori” come pure ai volontari dell’associazione “Oltre” della Protezione Civile di Prato che ieri pomeriggio ha ritrovato Ilaria Tofani  “disidratata ma viva” dopo quasi cinque ore di bosco battuto palmo a palmo avvistandola lungo un sentiero in località Midolla.  

È l’associazione stessa che scrive:

“La stavano cercando da due giorni, con i vari nuclei specializzati dei vigili del fuoco, Croce Rossa, elicotteri, speleologi , cinofili e sommozzatori oltre alle varie forze dell’ordine. Ilaria Tofani, una donna di 40 anni con la passione per la montagna, che stavolta rischiava di esserle fatale.

Due giorni ed una notte in mezzo al bosco ha dormito con i cinghiali che le giravano attorno…

In campo anche le unità cinofile dei Vigili del Fuoco

Ma stamani (ieri per chi legge, ndr), appena appresa la notizia dai media, abbiamo cominciato ad organizzarci spontaneamente, per partire alla ricerca ed alle 15.00 ci siamo messi in moto, ovviamente con poche speranze, ma siamo andati per non lasciare niente di intentato.

Giunti sul posto abbiamo dovuto attendere le lungaggini burocratiche di rito, ma sentivamo qualcosa dentro che scalpitava e non a caso i lampeggianti del nostro fuoristrada erano rimasti accesi.

Sarà stata fortuna, istinto, oppure questa ragazza aveva qualcuno con lei che ci stava chiamando e dirigendo, siamo partiti e più volte ci siamo addentrati a piedi con il nucleo cinofilo e con il nostro potente mezzo nella boscaglia e nei sentieri e seguendo, strade inesistenti, mentre il fuoristrada stava salendo una pettata difficilmente percorribile anche con i muli abbiamo scorto in cima alla salita una figura traballante allo stremo delle forze che appena raggiunta e scoppiata a piangere (e noi con lei) stanca ferita e disidratata ma viva ..

Il logo dell’associazione Oltre

Non oso pensare se avesse dovuto passare un’altra notte nel bosco…

Al ritorno le sirene del nostro mezzo sembrava che urlassero di gioia e noi con loro..

La forza della nostra associazione è proprio questa: altruismo e voglia di fare”.

L’associazione Oltre trae le sue origini nel 1980 quando da Prato con la ferrea volontà di Sestino Malinconi nacque la colonna operativa Città di Prato che trovò molti sostenitori di una protezione civile basata solo sulla volontà dei volontari partecipanti.

“Da allora sono cambiati i nomi delle varie organizzazioni, molte facce, sicuramente tante leggi in materia, ma immutabile è rimasta la voglia di alleviare le sofferenze dei caduti in disgrazia”.

Andrea Balli

[andreaballi@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email