«LA CITTÀ INVISIBILE»

«La rivista ha la sua specificità: quella di dare voce direttamente ai soggetti collettivi che animano le vertenze»

perUnaltracittà Firenze

FIRENZE. Con questo numero della Città invisibile troverete due novità: una revisione grafica della testata con un sottotitolo e l’aggiunta del formato che potrete sfogliare e, volendo, anche stampare (ovviamente con grande parsimonia).

Abbiamo così pensato di diversificare e quindi facilitare la fruizione di una rivista la cui diffusione – lo diciamo senza autocompiacimento – sta mostrando una bella risposta.

Dopo i primi 17 numeri, che erano un po’ un banco di prova, ci sembra infatti di riscontrare che la rivista ha una certa utilità: la sua specificità come sapete è quella di dare voce direttamente ai soggetti collettivi che animano le vertenze e a chi, per impegno diretto e competenza, è portatore di un pensiero critico alternativo a quello che dilaga nei media mainstream. Da qui il sottotitolo: Voci oltre il pensiero unico.

L’altro obiettivo è di diffondere oltre l’ambito degli attivisti i presidi di resistenza sociale, le proposte alternative, le analisi utili a interpretare e modificare lo stato in cui ci troviamo. E mettere insieme ambiti diversi che ancora non dialogano abbastanza: in questo numero troverete voci su sanità, urbanistica, scuola, diritti, antifascismo militante, letteratura e molto altro…

Fateci avere vostri commenti, suggerimenti e proposte, e se condividete, diffondete!

perUnaltracittà

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento