“LA DISERTORA”, BARBARA BENEFORTI INCONTRA I LETTORI

La libreria Lo Spazio
La libreria Lo Spazio

PISTOIA. Sabato 1 ottobre, dalle 17:30 alle 19:30, alla libreria Lo Spazio di via dell’ospizio di Pistoia (via dell’Ospizio 26/28), Barbara Beneforti incontra i lettori e firma le copie del suo libro La disertora, Iacobellieditore.
Ci saranno chiacchiere, dolci e caffè.

In occasione del 150° anniversario della Terza guerra d’Indipendenza, l’autrice propone una storia che si svolge proprio allora – nel 1866 – sulle colline pistoiesi, al tempo di Firenze Capitale: si intrecciano le vicende di alcuni renitenti alla leva, che fuggono nei boschi o perfino si mozzano un dito per non andare a fare il soldato, con quelle di una giovane donna insofferente alle regole, Luce, che mette in gioco tutta se stessa per aiutare nella fuga il suo amore sonatore di violino.

Ed è proprio lei, quasi settant’anni più tardi, a tessere i fili di quella memoria, ora che incombono su quegli stessi contadini e braccianti le ombre minacciose della Prima guerra mondiale.

La vicenda si ispira alle carte contenute nei fascicoli dei processi penali ai renitenti alla leva del 1866, conservate presso l’Archivio di Stato del Comune di Pistoia. Il racconto, cadenzato da una lingua che ha il sapore del toscano popolare, si legge come una microstoria che tuttavia non perde mai di vista la storia ufficiale, a cavallo fra Ottocento e Novecento: cose di un popolo piccolo e subalterno che si trova inevitabilmente a fare i conti col mondo grande e indifferente dei potenti.

L’autrice vive a Pistoia e lavora a Firenze. Ha pubblicato articoli e saggi su tradizioni popolari, immigrazione, storia dell’emigrazione italiana e altri temi sociali. Nel 2011 è uscito il suo primo volume di narrativa, L’ultima stagione (Del Bucchia editore).

[lo spazio di via dell’ospizio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento