«LA GIOSTRA DELL’ORSO DOPO I FATTI DELL’EDIZIONE 2014»

E speriamo che sia la lapide
E speriamo che sia la lapide

PISTOIA. Il titolo di questa nota è anche quello di una mozione – a firma di Alessandro Giovannelli (Presidente della III Commissione) e di Rosalia Billero (Presidente della IV Commissione) – con cui il Consiglio Comunale impegna Sindaco e Giunta a garantire la riappropriazione dell’iniziativa da parte del Comune in veste di  «soggetto promotore», e a sospendere sin d’ora l’edizione della Giostra del 2015 «favorendo un confronto il più laico e profondo possibile con la città affinché la manifestazione possa eventualmente riprendere nei 2016» con caratteristiche tali da renderla «maggiormente legata alla storia e alla tradizione della città e del territorio, in connessione con le altre manifestazioni legate alle rievocazioni patronali», senza però rinunciare alla più assoluta trasparenza attraverso «modi e forme di puntuale rendicontazione, sia economica che organizzativa, a previsione e a consuntivo della manifestazione».

La convocazione delle Commissioni Consiliari III  e IV
La convocazione delle Commissioni Consiliari III e IV

Se la maggioranza si muove in questi termini, qualcosa ci dice che qualcosa non torna in tutto il meccanismo dello svolgimento della giostra. E questo farà senz’altro molto discutere.

Ecco, intanto, il testo della mozione diffusa con la convocazione congiunta delle due commissioni interessate:

 

IL CONSIGLIO COMUNALE DI PISTOIA

CONSIDERATO CHE:

– i fatti della Giostra dell’Orso 2014 hanno dimostrato che la manifestazione così com’è, pur con misure di sicurezza notevolmente incrementate negli ultimi due anni, ancor di più con l’ingresso nella manifestazione del Coni e delle federazioni affiliate, non garantisce la sicurezza di persone ed animali e che è compito della Pubblica Amministrazione rimuovere gli elementi di rischio che possano essere concausa di tale carenza di sicurezza e contribuire attivamente ad una profonda ridefinizione della manifestazione che metta l’esigenza di sicurezza al primo posto.

RITENUTO CHE:

– tale ridefinizione della Giostra richieda un percorso lungo ed articolato che veda il Consiglio Comunale prendersi carico della responsabilità di assumere il ruolo di soggetto promotore di un dialogo costruttivo tra Istituzioni e città, finalizzato anche a radicare maggiormente i Rioni nelle proprie comunità di riferimento;

– tale dialogo debba portare alla definizione di una proposta condivisa con tutti i necessari interlocutori che siano portatori di competenze specifiche;

– la proposta finale, oltre a fornire tutte le garanzie di sicurezza di cui sopra, debba avere caratteristiche tali da rendere la manifestazione maggiormente legata alla storia e alla tradizione della città e del territorio, in connessione con le altre manifestazioni legate alle rievocazioni patronali;

– tale proposta debba comunque stabilire modi e forme di puntuale rendicontazione, sia economica che organizzativa, a previsione e a consuntivo della manifestazione.

 

La mozione
La mozione

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA A:

– garantire le condizioni affinché il Consiglio Comunale possa svolgere nei tempi dovuti la propria attività di riflessione ed elaborazione;

– non dare luogo, quindi, alla edizione 2015 della Giostra dell’Orso, favorendo un confronto il più laico e profondo possibile con la città affinché la manifestazione possa eventualmente riprendere nei 2016 con le caratteristiche sopra evidenziate.

Alessandro Giovannelli (Presidente III Commissione)
Rosalia Billero (Presidente IV Commissione)

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

2 thoughts on “«LA GIOSTRA DELL’ORSO DOPO I FATTI DELL’EDIZIONE 2014»

Lascia un commento