LA IUC, UN’ALTRA PRESA…

Introducetene Una [con] Cura: IUC
Introducetene Una [con] Cura: I.U.C.
NON SO QUANTI Comuni la adotteranno, quello di Agliana sicuramente sì, perché si legge ben chiaro sul suo sito. Ci riferiamo al balzello previsto dalla legge 27 dicembre 2013, n. 147, secondo cui le Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità 2014) etc…, hanno ridefinito la fiscalità immobiliare dei Comuni, istituendo, a partire dal 1° gennaio 2014, un nuovo tributo: l’Imposta Unica Comunale (Iuc), formalmente unitaria ma sostanzialmente articolata in tre diverse forme di prelievo, che sono le tristememte e onerose note Imu, Tasi e Tari.

Ci siamo sentiti in dovere di soffermarci sull’avverbio sostanzialmente perché è quello che, a nostro avviso, giustifica un insidioso giro di parole. Si parla di imposta unica comunale, ma si pagano tre tasse, operazione giustificata da quel sostanzialmente che sembra avere qualità bibliche, come l’uno e trino deputato a giustificare ben altri dogmi.

Dipenderà da quella dose di laicismo che ci perseguita, ma questa Iuc, a noi, sembra solo un’altra presa di culo!

fragole & sangue

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento