LA LEGA E I TRE GRADINI DEL PODIO OCCUPATI DAL SINDACO TOMASI

Il consigliere Gabriele Gori: “al sindaco ricordo che i consiglieri della Lega hanno il diritto, almeno di essere informati preventivamente e forse di essere coinvolti, a meno che non abbia deciso d’imperio che  abbiano solo la funzione di alzare la mano a comando come automi”

Le tre medaglie del podio (da ritaguendalini.blogspot.com)

PISTOIA. [a.b.] “Il Presidente Emanuele Gelli come ormai suo solito, mi ha tolto la parola senza farmi concludere il pensiero sulla comunicazione nei fatti non fornita del Sindaco Tomasi, sul ritiro delle deleghe all’assessore Magni”.

Il consigliere Gabriele Gori (Lega) condanna l’imparzialità del presidente del consiglio comunale di Pistoia che oltre a togliere in modo improprio la parola “a chi fa l’avvocato del sindaco Tomasi gli permette tempi lunghissimi di intervento nella piena imparzialità che gli spetta di diritto nello svolgimento delle sue funzioni”.

Dal momento che non ha potuto esprimere in diretta streaming il proprio pensiero in maniera compiuta “per chiarezza di informazione verso la città e i cittadini” ci ha inviato l’intervento integrale che volentieri pubblichiamo:

“Confesso di essere stato molto incerto se intervenire oppure no su questa comunicazione, ma poi visto la gravità in cui versa lo sport pistoiese e la delicatezza del momento, ho sentito in me la responsabilità di esternare il mio pensiero nel tentativo di fare in un modo del tutto obbiettivo e solo per il bene e l interesse della città e della comunità dei cittadini pistoiesi, lasciandomi alle spalle ogni tipo di bandierina.

Sinceramente sulla vicenda Assessore Magni non tutto mi è sembrato chiaro e dopo aver ascoltato l’intervento del sindaco Tomasi ancora meno! L’aver tolto le deleghe al Magni è stata una questione emergenziale dove la situazione era divenuta satura, queste alcune delle parole che più mi sono rimaste, ascoltando la conferenza stampa del sindaco.

Gabriele Gori

E allora se la situazione era così drammatica e insostenibile perchè all’assessore Magni le deleghe non sono state ritirate prima, Domando io?

Forse nel Magni si è voluto identificare un para-fulmine, un capro-espiatorio che paghi con la sua testa per le mancanze di molti altri? E questo anche perchè non è solo lo sport cittadino che versa in una situazione emergenziale, ma anche molte altre cose lo sono e tanto per fare un parallelo voglio citare la viabilità urbana e extra urbana.

Perchè se c’è una emergenza così importante per lo sport il sindaco che ha molto ma molto da fare si vuol tenere per se le deleghe tolte al Magni? Questo alla fine per mancanza di tempo da parte sua, aggraverà ancor di più la situazione dello sport cittadino.

Ovviamente queste sono solo umili e inutili mie riflessioni, visto anche che nessuno ha chiesto un parere preventivo tal al riguardo. Sta di fatto e lo dico assolutamente senza alcuna vena polemica, ma per dare solo un mio umilissimo e succinto contributo, nel tentativo di poter vedere una qualche forma di miglioramento, vero e in tempi brevi, che il sindaco ha fatto un filotto fantastico per le cose che non funzionano.

Adesso occupa tutti e tre i gradini del podio per restare in un linguaggio sportivo.

Dalla medaglia di bronzo, incarnata dalla delega alla Polizia Municipale dove tanto abbiamo chiesto con mozioni, interpellanze, etc, etc, e al momento in termini assoluti poco abbiamo visto, se non un peggioramento di una situazione iniziale già estremamente grave, ma anche qui con molta probabilità nessun problema, a breve si ufficializzerà un capro-espiatorio, onde ripartire da zero come nel gioco dell’oca.

Per la medaglia d’argento c’è la cultura e faccio solo un esempio. Io come molti altri, se oggi ci fermasse un turista in centro città e ci chiedesse quale o quali avvenimenti culturali nell’ultimo periodo avete vissuto con entusiasmo a Pistoia? Sarei veramente imbarazzato nel rispondere, perchè per dare una seria risposta dovrei usare la parola NULLA e sarebbe davvero imbarazzante oltre che poco gratificante.

Adesso con questa delega allo sport è arrivato anche l’insediamento stabile al gradino più alto del podio. Cioè la medaglia d’oro, che era mancante.

Quindi non mi resta altro, ribadendo, che al momento vedo più confusione che soluzione, che dire, che il Sindaco se non altro ha avuto una gran dose di coraggio e di questo gli riconosco pienamente il merito, anche se questo un pò a scapito di quello di non aver saputo coinvolgere e condividere con altri e pertanto gli ricordo con affetto e amicizia che in consiglio comunale siedono anche i consiglieri Lega, che sono in maggioranza e che hanno il diritto, almeno di essere informati preventivamente e forse di essere coinvolti, a meno che il sindaco non abbia deciso d’imperio che tali consiglieri abbiano solo la funzione di alzare la mano a comando come automi”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email