la mobilitazione. IN FILA PER SALVARE IL MUSEO MARINI MARINI

In fila per protestare..

PISTOIA. [a.b.] Alla manifestazione contro l’interruzione delle attività del museo Marino Marini in Corso Silvano Fedi c’erano all’incirca un centinaio di persone, non tutti quelli che avrebbero dovuto esserci: molti hanno dato la propria adesione “virtuale”, altri hanno firmato la petizione online, alcuni come la senatrice Caterina Bini o l’assessore regionale Federica Fratoni non hanno potuto partecipare fisicamente perché impegnate altrove ma hanno comunque fatto sapere di “essere a fianco dei cittadini pistoiesi “ nella battaglia per mantenere a Pistoia le opere di Marino Marini.

Erano presenti in rappresentanza di tutta la città il sindaco Alessandro Tomasi e diversi assessori, il consigliere regionale di Italia Viva Massimo Baldi, quello del Pd Marco Niccolai, rappresentanti dei vari gruppi consiliari e di diverse associazioni pistoiesi.

“La Regione Toscana, come annunciato – ha scritto il consigliere regionale Marco Niccolai – si è schierata in modo fermamente contrario al trasferimento da Pistoia delle opere di Marino Marini e alla sospensione della attività museale. Inoltre a seguito della sospensione delle attività il personale del Museo Marini non avrebbe garanzie per continuare a svolgere il proprio lavoro.

È inammissibile pensare che da questa decisione del Cda della Fondazione Marino Marini ci sia anche il concreto rischio che alcuni lavoratori perdano la loro occupazione”.

“ La vicenda umana e artistica di Marini – ha scritto invece Federica Fratoni – è profondamente legata a Pistoia, decidere di recidere questo rapporto significherebbe impoverire il tessuto culturale e storico della nostra città e certamente non può prescindere da un confronto pubblico, aperto ed ampio con la comunità”.

“Il Comune – ha ribadito il sindaco Tomasi durante l’incontro tenutosi all’interno con i giornalisti — sta mettendo in campo tutte le azioni per tutelare le opere. Grazie a chi ha partecipato”.

Nei giorni scorsi a proposito della sospensione delle attività del museo il Partito Democratico ha protocollato una lettera indirizzata al sindaco dove si chiede urgentemente un coordinamento “per capire la strategia che si intende adottare e un consiglio aperto a cui invitate tutte le istituzioni”.

Marino Marini. Palazzo Tau

Qualcuno in modo polemico commentando un nostro post si chiede quanti biglietti di norma vengono staccati ogni anno per entrare nel museo.

Che sia forse questo il motivo della sospensione dell’attività del museo Marino Marini a Pistoia?

 

 

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email