«LA PROSSIMA NOTTE BIANCA SARÀ “MADE IN BUGGIANO”»

Buggiano castello
Buggiano castello

MONSUMMANO. Inizio facendo una premessa… Sono per un territorio che si chiama Valdinievole, dove il coinvolgimento quando sarà, dovrà essere unico ed utile a noi tutti, ma non deve essere una festa paesana ad aprire intenti di varie fusioni.

I nostri territori hanno ancora una storia locale radicata fortemente sul territorio, vengono da antichità profonde, dove ogni nostro colle “guardava” l’altro, e dove le “giostre” quando le si facevano, erano popolane, e del luogo, con le sue tradizioni.

Leggo sulla carta stampata ed online che l’organizzazione della nostra Notte Bianca passa di mano, e corre da una associazione di Buggiano dal nome “Made in Buggiano”, che appunto opera a marchio del proprio luogo di appartenenza.

La Notte Bianca, nata quindi per promuovere il territorio monsummanese, parlerà in maniera diversa dalla sua origine natale, e questo se mi consentite non lo vedo appieno favorevole per la nostra cittadina.

La promozione del nostro territorio deve partire da noi, sia nei termini di proposta creativa, che nei termini di proposta ricreativa dello stesso; la Notte Bianca, discussa o meno, era sintomo di vitalità ed impegno locale di tutta la cittadinanza, ed i commercianti hanno sempre fatto la loro parte facendosi vedere pronti ad ogni richiesta di loro coinvolgimento.

Per me, persona evidentemente soggetta ad una forte emotività locale, questo risultato ha il sapore della sconfitta.

Noi dovevano essere chi invitava sul nostro territorio, invece chissà per “quale alchimia” ne siamo diventati gli invitati, e l’immagine che verrà proposta alla prossima Notte Bianca, non sarà quantomeno appieno la nostra.

[morucci – psi monsummano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento