la replica. PERCHÈ SULLE TERME NON RISPONDE L’ASSESSORE FRATONI?

La replica di Galligani a Boni (Fi) sul Tirreno di oggi

MONTECATINI. “Riprendo il tema “Padule” per chiarire (a me pareva abbastanza in luce, ma evidentemente non lo era) rispondendo a chi ne ha letto contrarietà, che al contrario, sono d’accordo sul fatto che non si possano paragonare i due ambiti: Padule e Terme.

E che sicuramente serve, perché importante, tutelare un eventuale problema idraulico che potrebbe causare alluvioni ecc…, così come è importante acquisire immobili per una realtà fondamentale come il Mayer.

È interesse di tutti, sia l’ambiente che la salute. 

Però, e qui lo ribadisco a pieno titolo, non solo da coordinatore di un gruppo politico, ma avendo accolto la voce della città di Montecatini, e di tutti i cittadini che amano vedere rinascere la propria città, di tutti gli albergatori, i ristoratori, i lavoratori legati al Turismo ed al Termalismo come risorsa unica per la loro città, bisognerebbe ricordarsi delle promesse fatte, e pensare anche ad aiutare le Terme. 5.000.000 per il Padule sono tanti? Sono pochi? Questo non sta a me dirlo, ma di sicuro c’è che, a fronte di quanto promesso, ad oggi c’è il nulla. Nulla.

Fa male leggere, e vedere che, invece di far pervenire rassicurazioni, chiarimenti, non a me, ci mancherebbe, non al partito di cui rivesto un ruolo provinciale, ma alla città stessa, che anche l’assessore Fratoni rappresenta, assieme al suo Governatore.

Massimo Boni

Nonostante le promesse non mantenute, che di fatto hanno preso in giro prima l’amministrazione di centrosinistra, e poi l’amministrazione attuale ma soprattutto tutti i cittadini, e tutti gli operatori del settore, la stranezza (ma non più di tanto) è che a reagire siano un segretario Pd, e del Consorzio.

Del resto, silenzio totale.

Evidentemente l’assessore ha necessità di avere portavoci, e supporto interpersonale, invece di mettere la faccia e replicare con chiarimenti, dopo la vera e propria presa in giro sulla pelle degli albergatori, e commercianti etc…

Sono stato definito dal segretario Pd Galligani: “Improvvisato amministratore”, ma non ho ben capito cosa starei amministrando, se non il mio lavoro. E, data la mia esperienza di anni, nel settore che curo, trovo non essere poi così tanto improvvisato.

Improvvisati, talvolta, lo sono altri che ricoprono ruoli senza competenza.

La critica è il sale della democrazia, il confronto e la trasparenza, ne sono le fondamenta. Ma, evidentemente, taluni di democratico hanno solo il nome del partito che rappresentano.”

Massimo Boni —FI Pistoia

[gramigna — fi pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email