LA SALUTE DEI CITTADINI VA A CORRENTE ALTERNATA?

Il Movimento Cinque Stelle di Pieve a Nievole dopo l’emanazione dell’ordinanza sull’inquinamento atmosferico
Gilda Diolaiuti, Sindaco di Pieve a Nievole
Gilda Diolaiuti, Sindaco di Pieve a Nievole

PIEVE A NIEVOLE. La salute dei cittadini di Pieve a Nievole sta molto a cuore al Sindaco Diolaiuti tanto da emanare una “ordinanza preventiva” riguardante l’inquinamento atmosferico. “Preventiva” perché non basata su una situazione reale ma presunta da dati sull’inquinamento atmosferico rilevati nel 2014 da una centralina a Capannori.

Peccato però che l’attenzione alla salute dei cittadini non valga per altre situazioni di inquinamento tipo la presenza di amianto nelle tubazioni dell’acquedotto della nostra città, tubazioni che si sviluppano per oltre 8 chilometri sul territorio comunale (fonte A.I.T.).

Le tubazioni con presenza di amianto sono vecchie e usurate e quindi soggette a sfaldamento e rotture che provocano inevitabilmente rilascio di fibre di amianto nell’acqua, che poi esce dai nostri rubinetti di casa e con cui cuociamo alimenti, usiamo per l’igiene personale e, in alcuni casi, beviamo, tipo l’acqua del “fontanello”.

La presenza di tali fibre nell’acqua potabile mette in pericolo la salute di tutti noi, come riportano le conclusioni di numerose pubblicazioni scientifiche internazionali, della risoluzione del Parlamento Europeo del Marzo 2013 (2012/2065 (INI)) e della ricerca commissionata dalla Regione Toscana ai Dottori M. Cherubini, F. Mantelli e G. Fornaciai dell’Istituto di Medicina del Lavoro dell’Università di Padova – Unità Ospedaliera di Medicina del Lavoro, presidio Ospedaliero Cremonese Asl 51, Cremona.

Beviamo acqua che passa da qui...?
Beviamo acqua che passa da qui…?

In verità l’amministrazione comunale qualcosa ha fatto, ha cercato di “rassicurare” la cittadinanza con un comunicato stampa riportante un parere dell’A.I.T. che informava (o disinformava?) che, non sappiamo in base a quali studi o dati scientifici, le fibre di amianto ingerito non provoca i ben noti danni alla salute causati da quello inalato.

Inoltre l’amministrazione comunale ha abilmente fatto passare un intervento di ordinaria manutenzione a vecchie tubazioni dell’acquedotto in località La Colonna come un pronto intervento alle preoccupazioni della cittadinanza. Vogliamo avvertire i cittadini che tale intervento, già programmato da tempo, nulla ha a che vedere con gli 8 chilometri di tubazioni dell’acquedotto contenenti amianto.

Il MoVimento 5 Stelle Pieve a Nievole coglie l’occasione per sollecitare ancora una volta l’amministrazione comunale a prendere provvedimenti adeguati per la tutela della salute dei cittadini che, considerando anche le tariffe di fornitura dell’acqua potabile più alte d’Italia, ne hanno diritto.

[m5s valdinievole]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento