LA SANITÀ SECONDO “CAMBIAMO! CON TOTI MONTAGNA P.SE”

Piot Pacini di San Marcello P.se

SAN MARCELLO. La scellerata gestione della sanità da parte di Rossi ha prodotto negli anni, il depotenziamento dell’Ospedale Pacini, avvallata anche dalle varie amministrazioni di Csx che si sono susseguite nei vari comuni montani e soprattutto nel Comune di San Marcello P.se prima e San Marcello Piteglio dopo.

Recentemente, principalmente per merito del Sindaco di Abetone Cutigliano Diego Petrucci, si sono fatti dei piccoli passi avanti.

Alla votazione della mozione della consigliera regionale Luciana Bartolini, i comitati che da anni portano avanti la lotta sul Pacini non si ritengono soddisfatti in quanto la Montagna pistoiese non è stata ancora dichiarata area particolarmente disagiata.

Pur ritenendo la mozione positiva, in quanto va nella direzione giusta, credo che le richiesta fatta dai comitati sia più che legittima.

La richiesta di area particolarmente disagiata ai sensi del Dm 70/2015 punto 9.2.2 infatti, consente di passare oltre la logica dei numeri, che negli anni ha consentito di togliere servizi all’ospedale montano.

Senza di esso, infatti, anche se venisse rispettato il cronoprogramma, tutto ciò ch’è dato potrebbe essere tolto in un qualsiasi momento, visto che tra 6 mesi avremo una nuova giunta regionale, che potrebbe disconoscere quanto fatto dalla precedente.

Il sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmo, dice che il discorso sulle aree disagiate deve essere fatto a livello di regione e non per il singolo caso dell’Ospedale Pacini, e il ragionamento è giusto.

Però quando si è trattato di trasformarlo in Piot non si è fatto un ragionamento esteso, ma si è agito solo sul presidio ospedale montano.

Quindi la legge applicata al solo territorio dell’Appennino pistoiese riequilibrerebbe il tutto, poi a quel punto, e solo a quel punto, si può fare un discorso per tutta la Toscana.

Quindi come Comitato di Cambiamo appoggiamo la richiesta dei comitati e ci adopereremo per quanto possibile, affinché la Montagna pistoiese sia dichiarata subito area particolarmente disagiata, sperando che le elezioni del 2020 portino una amministrazione di centrodestra alla guida della Regione e conseguentemente ad una sanità toscana più efficiente.

Antonio Gambetta Vianna
Marco Poli
Cambiamo con Toti Montagna P.se

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “LA SANITÀ SECONDO “CAMBIAMO! CON TOTI MONTAGNA P.SE”

Comments are closed.