LA SCOMPARSA DI VALERIANO BELLITI

Medico chirurgo e ex consigliere comunale a Pistoia, aveva 87 anni. Il ricordo di Giampaolo Pagliai

luttoPISTOIA. [a.b.] A distanza di poco più di una settimana dalla morte del dottor Roberto Nannini, ieri all’età di 87 anni (compiuti il 12 febbraio scorso) all’Ospedale di San Jacopo, dove era ricoverato, è scomparso il dottor Valeriano Belliti, medico chirurgo dal 1966, ex consigliere comunale nel gruppo Movimento Sociale Italiano-Dn dal 1985 al 1990 e nel Gruppo Alleanza Nazionale dal 1994 al 1998 (con Umberto Semplici) nonché tra i fondatori dell’Avis di Pistoia e poi primo direttore del centro prelievi.

Il dottor Belliti è stato un apprezzato chirurgo. Si era laureato nel dicembre del 1954. Medico generico viveva in via Bolognese a Capostrada nelle vicinanze della “Casa del Popolo” (un tempo Casa del Fascio). Il dottor Belliti lascia tre figli tra cui Chiara Belliti, editor e traduttrice di successo.

La salma di Valeriano Belliti è esposta nelle cappelle del commiato dell’ospedale pistoiese e i funerali saranno curati dai servizi funebri della Misericordia di Pistoia.

“Ho appreso la notizia del decesso del dr Valeriano Belliti. Era – lo ricorda così Giampaolo Pagliai – un medico eccezionale, specialmente con i più umili e bisognosi di cure: con sguardo pungente che sprizzava umanità. Lo conobbi in Consiglio Comunale nel 1985. Quando entrò prese il suo posto e l’indifferenza insieme a gelida freddezza pervasero la sala di Grandonio. Sentii il bisogno di alzarmi dal mio posto di capogruppo del Psi per andargli a stringere la mano ed esprimergli un sincero benvenuto. Non lo conoscevo ma di lui mi avevano parlato bene i vecchi socialisti, specialmente quelli soci dell’Avis, che del resto Valeriano aveva fondato. Consigliere comunale presente e partecipe, arguto ed intellettualmente onesto, parlava sempre a proposito. Lui mi rammentava sempre quel nostro primo incontro, mentre io gli rispondevo che avevo conosciuto altri consiglieri comunali, di destra come lui, ed ugualmente da stimare: Francesco La scala, Giovanni Danesi, Giuseppe Corrieri. Rispetto a tanti di oggi, a destra come a sinistra, loro erano giganti veri. Ciao Valeriano uomo valoroso”.

Ai figli le condoglianze di Linee Future.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento