«LA STANZA BIANCA»

Gli allievi del laboratorio teatrale “Progetto teatro” al Nazionale di Quarrata
La compagnia
La compagnia

QUARRATA. Che cos’è la follia? Cos’è la normalità, dal momento che un filo sottile lega questi due universi? Lo psichiatra si mostra apparentemente “normale” giungendo prima o poi alla pazzia attraverso un vortice di frenesie, quali stress, angosce, paure, incertezze, il folle ha deciso di crearsi un mondo proprio avvalendosi della sua fervida immaginazione. Chi è dunque veramente il folle tra noi?

È questo il leit motiv dello commedia grottesca “La stanza bianca di don De Lillo” in scena lunedì 23 giugno ore 21 al teatro “Nazionale” viale Montalbano 11 a Quarrata: spettacolo di fine anno del laboratorio teatrale promosso dall’associazione “Progetto teatro”, per la regia dell’attrice Monica Menchi . In scena quattordici allievi, con la fotografia di Daniela Pasquetti e la grafica della locandina dello spettacolo realizzata da Pablo Rizzo.

Il primo atto si svolge in una stanza di ospedale, “la stanza della ricreazione”, con una serie di personaggi inquietanti che entrano ed escono dalla scena in un continuo rovesciamento di ruoli tra pazienti e personale di cura, tra sviluppi e colpi di scena nella storia, con lo spettatore che finisce per porsi domande sul senso della vita accorgendosi di quanta immaginazione occorra nella vita.  Nel secondo atto i protagonisti credono e fanno credere allo spettatore di trovarsi in un motel.

In scena un televisore “umano”,  si è alla ricerca di una compagnia teatrale fantasma che recita in luoghi ed orari non precisati, i cui spettacoli hanno effetti miracolosi per chi ha la fortuna di vederli: sono i leggendari “Arno klein”, nome anche del reparto psichiatrico in cui sono tutti rinchiusi. Arriverà poi la celebre compagnia, interpretando un brano famoso non a caso tratti dall’opera “I giganti della montagna” di Pirandello. Il laboratorio di “Progetto teatro” riprende le proprie attività a settembre, per informazioni ed iscrizioni tel. 338/7290938.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento