LA STORIA SENZA TITOLI DI CAMPI BISENZIO

La copertina del libro
La copertina del libro

CAMPI BISENZIO. “Una storia senza titoli. Campi e la sua gente, un borgo toscano durante l’ancien régime” è il titolo del volume, scritto da Alessandro Monti, che sarà presentato sabato 7 marzo, alle 17 presso villa Rucellai a Campi Bisenzio.

“Senza titoli – spiega l’autore – perché la storia di Campi in età moderna sembra mancare di una trama. Ma non è un demerito, perché questa mancanza deriva piuttosto dal carattere, dalla forza e dall’originalità della gente campigiana”.

Alle vicende storiche del borgo sul Bisenzio l’autore aveva già dedicato (oltre a numerosi articoli su riviste storiche) due corpose monografie: Riparo della città (1997), dove faceva luce sull’edificazione delle mura cittadine e della Rocca Strozzi, che è un po’ il simbolo del paese; e La terra sul fiume (2003), in cui veniva tracciato un quadro della storia di Campi dalle origini fino a tutto il medioevo.

Questo nuovo libro è dunque l’ultimo frutto di una ricerca iniziata quasi due decenni or sono, e si pone come naturale prosecuzione di La terra sul fiume, riprendendo il discorso dalla fine del Quattrocento e inquadrando la storia del borgo sul Bisenzio (e delle sue frazioni) nel contesto più ampio delle vicende toscane dell’età moderna.

Il volume, strutturato in sei capitoli (Aska edizioni, 208 pag.), copre infatti un periodo di tre secoli (2 capitoli per secolo), durante i quali si assiste alla formazione dello stato regionale toscano, alla gloria e al declino della famiglia Medici fino all’estinzione della dinastia regnante e all’ascesa al trono granducale dei Lorena, per concludersi negli anni dell’epopea napoleonica e dell’annuncio della modernità.

La narrazione si appoggia su un ampio apparato documentario di prima mano, frutto di ricerche che si sono svolte principalmente presso l’Archivio di Stato e l’Archivio Arcivescovile di Firenze, nell’Archivio Storico del Comune di Campi, ma anche presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze e l’Archivio Storico del Comune di Scarperia.

Alla serata di presentazione prenderanno parte Monica Roso (vicesindaco e assessore alla cultura), Eleonora Ciambellotti (assessore allo sviluppo economico): il dibattito sarà introdotto da Vincenzo Rizzo, conosciuto e apprezzato storico locale, e da Christian Satto, della Scuola Normale Superiore di Pisa.

• • •

Alessandro Monti (Firenze, 1971) si è laureato in storia a Firenze, e ha poi conseguito il titolo di dottore di ricerca in storia moderna presso l’Università di Pisa.

Già giornalista professionista, dal 2008 è docente titolare di storia e filosofia presso il liceo “Il Pontormo” di Empoli. I suoi studi hanno riguardato soprattutto la storia di Firenze tra tardo Medioevo e prima età moderna, con particolare attenzione per le vicende dell’ultima repubblica fiorentina.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento