LA VIA ROMEA IMPERIALE, PROGETTO EDITORIALE E NON SOLO

Prevista anche l’apertura di un sito web di riferimento con pubblicazione di una guida del viaggiatore, pensata per dare visibilità non solo al patrimonio etnografico, artistico e paesaggistico, ma anche alle eccellenze culinarie e della tradizione
Il percorso della Via Romea Imperiale
Il percorso della Via Romea Imperiale

PISTOIA. Vedrà la luce in autunno il libro La Via Romea Imperiale. Mantova Modena Pistoia sulla strada dei sovrani germanici. Si tratta di una pubblicazione edita e concepita da Nilo Benedetti, Settegiorni Editore, Iacopo Cassigoli e Gabriele Farinelli, i due curatori, con la collaborazione dell’Associazione Asinus Egregius. Fare cultura. Le presentazioni ufficiali sono previste per il 7, il 14 ed il 21 novembre, rispettivamente a San Benedetto Po (Mantova), Nonantola (Modena) e Pistoia.

L’opera analizza e ricostruisce, dal punto di vista geografico, artistico e sociale, la storia che va dalla tarda età longobarda fino alla fine del ghibellinismo, con la battaglia di Benevento del 1266, relativa a quell’itinerario che collegava Roma con il cuore dell’Europa continentale, la Via Romea Imperiale, sicuramente la più importante arteria viaria del periodo.

Infatti, riprendendo tratti delle antiche strade romane, la direttrice in questione costituiva la rotta commerciale di riferimento per raggiungere la via del sale e la via dell’ambra, le miniere di salgemma e le città baltiche della Lega Anseatica. Ma anche per accedere alla fiera della Champagne e di Fiandra.

Il territorio attraversato da tale asse viario, su cui si trovano quelli che allora erano importanti centri economici, come Mantova, Modena e Pistoia, con i suoi centri a torto definiti minori, costituisce l’oggetto del progetto editoriale, finalizzato appunto alla divulgazione delle ricchezze naturalistiche e culturali di una vasta area della penisola sul modello del museo diffuso e nell’ottica di sviluppare un nuovo tipo di turismo.

Tesori artistici lungo la Via Romea Imperiale
Tesori artistici lungo la Via Romea Imperiale

Non a caso Modena la più importante organizzazione della piccola impresa e dell’artigianato, la Lapam (12.000 associati tra Modena e Reggio Emilia) ha investito risorse e personale su questo progetto.

A Pistoia, tanto per cambiare, pare che, almeno per il momento, le associazioni di categoria non abbiano colto la portata innovativa del progetto relativo alla valorizzazione dell’ autostrada culturale e turistica rappresentata dalla Via Romea Imperiale.

Tra l’altro la presentazione del volume avverrà nell’ambito delle celebrazioni per il 900° anniversario della morte di Matilde di Canossa e dei 2000 anni della Via Consolare Claudia Augusta. Contemporaneamente è prevista l’apertura di un sito web di riferimento con pubblicazione di una guida del viaggiatore, pensata per darE visibilità non solo al patrimonio etnografico, artistico e paesaggistico ma anche alle eccellenze culinarie e della tradizione.

Nilo Benedetti, Settegiorni Editore
Nilo Benedetti, Settegiorni Editore

Particolare aspetto dell’indagine storica è rappresentato dalla descrizione dei sistemi idraulici e fluviali che hanno plasmato per secoli la vita delle popolazioni appenniniche e valligiane.

Basti pensare ai ponti di barche: fino agli inizi del 900 ad Ostiglia se ne poteva vedere uno, e ai mulini natanti sul Secchia e sul Po, curiosa testimonianza di un modo di produrre il cibo ormai riscontrabile solo in rare illustrazioni o dipinti.

I saggi scientifici raccolti sono di: Maria Bianchi, Cinzia Bussolotti, Oriana Caleffi, Iacopo Cassigoli, Riccardo Fangarezzi, Gabriele Farinelli, Alessandra Frosini, Rosanna Golinello Berto, Matteo Gualmini, Federica Guidetti, Simonetta Lupi, Disma Mantovani, Carlo Parmigiani, Francesca Rafanelli, Claudio Rosati, Cristina Taddei e Massimo Turchi. Prefazione di Giancarlo Malacarne e Gianluca Chelucci.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email