LAMPORECCHIO, TAGLIO DEL NASTRO PER L’AREA SGAMBATURA CANI

Il taglio del nastro
Il taglio del nastro

LAMPORECCHIO. [a.b.] Presso i cantieri comunali di via Volta (traversa di via Leonardo da Vinci) nel pomeriggio di ieri alla presenza di Daniele Tronci (assessore ai servizi sociali, sanità, protezione civile, politiche del lavoro e trasporti) del Comune di Lamporecchio si è svolta l’inaugurazione dell’Area sgambatura cani di Lamporecchio.

L’area è stata creata grazie all’impegno dei volontari dell’associazione “Il Rifugio Onlus” presieduta da Luana Ferradini che hanno voluto fortemente realizzare questa zona riservata agli “amici a 4 zampe”. Uno spazio liberi dove gli animali potranno correre liberamente insieme a tanti altri amici.

L’associazione “Il Rifugio” che ha sede proprio in via Volta curerà nel 2015 per conto del Comune di Lamporecchio il servizio di sterilizzazione di felini domestici randagi che vivono in libertà sul territorio al fine di perseguire il controllo demografico e sanitario delle colonie feline e si occupa anche del recupero dei felini domestici feriti presenti sul territorio comunale.

Il servizio avrà un costo per le casse comunali di 800 euro. Luana Ferradini è la moglie del consigliere regionale ed ex sindaco di Lamporecchio, nonché ex presidente della Provincia di Pistoia Aldo Morelli.

Del consiglio dell’associazione Il Rifugio fanno inoltre parte: Lorenzo Ciattini, Azzurra Eschinbi, Giovanni Giannetti, Lapo Monti, Maria Morosi (vicepresidente), Claudia Proietti, Alessandra Romanelli, Andrea Sbragia, Chiara Toni, Francesca Vacchina.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento