L’ANNO SANTO JACOBEO ALL’OSPEDALE SAN JACOPO

Ieri l’inaugurazione del progetto di allestimento verde a carattere permanente e della Mostra e per testimoniare l’antico legame tra Pistoia e Compostela

Presentazione iniziative per l’Anno Santo Iacobeo all’Ospedale di Pistoia

PISTOIA. È stato inaugurato ieri pomeriggio all’Ospedale San Jacopo di Pistoia il progetto di allestimento a verde che abbellirà il presidio ospedaliero in maniera permanente e la Mostra di illustrazioni, realizzate dall’artista pistoiese Michele Fabbricatore.

Il progetto è stato realizzato da Giorgio Tesi Group e Ge.Sat, società che gestisce i servizi non sanitari e commerciali del presidio, in stretta collaborazione con l’Azienda Usl Toscana Centro, attraverso la direzione sanitaria del presidio ospedaliero.

L’iniziativa è stata promossa in occasione dei festeggiamenti per l’Anno Santo Iacobeo ed ha previsto l’allestimento dell’arredo verde, in continuità con il prato e il parco circostanti, pensato, oltre che per finalità estetiche, anche per accogliere i cittadini in una dimensione meno sanitaria: sono ormai ampiamente dimostrati gli effetti benefici che le piante generano negli ambienti ospedalieri svolgendo una funzione integrativa positive, sia nei confronti dei pazienti che degli operatori.

Piante ornamentali sono state collocate all’ingresso dell’Ospedale e all’interno.

La Mostra è un vero percorso storico con le illustrazioni di Fabbricatore che sono un’anteprima del libro per i bambini con i testi di Martina Colligiani e la consulenza storica di Lucia Gai: il libro, di prossima uscita, realizzato dalla Giorgio Tesi Editrice, racconta la storia dell’antico legame fra Pistoia e Santiago de Compostela ¯due città unite indissolubilmente nel nome dell’apostolo Giacomo di Zebedeo.

Le illustrazioni con i testi sono state poste alle colonne del loggiato e all ingresso del presidio per condurre, i visitatori in un percorso che racconta la storia del Santo

All’inaugurazione sono intervenuti il Vescovo di Pistoia S.E. Monsignor Fausto Tardelli, il rappresentante legale della Giorgio Tesi Group Fabrizio Tesi, l’amministratore delegato di Ge.Sat Daniele Cappellino e il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi. Erano presenti gli autori Fabbricatore e Colligiani.

Foto di gruppo

Sono intervenuti la dottoressa Anna Maria Celesti, presidente della Società della Salute pistoiese e l’assessore alla cultura con delega all’Anno Iacobeo Alessandro Sabella. L’evento, che era aperto a tutta la cittadinanza, ha visto la partecipazione di una rappresentanza del Comitato cittadino per i festeggiamenti di San Iacopo e della Compagnia dell’Orso, impegnati nell’occasione in una rievocazione storica.

Ha dichiarato il Vescovo: “è davvero una bella cosa questa che avete fatto, perché l’Ospedale San Iacopo è un vero e proprio santuario dove si sono consumati drammi e si è vista tanta generosità e impegno. È un luogo sacro che sta molto a cuore a tutti i pistoiesi. In questo momento, adornare di verde questo luogo è davvero un segno di speranza, un vero e proprio abbraccio della città al proprio ospedale: il verde è una caratteristica unica di Pistoia e quindi questo allestimento permanente realizzato da Giorgio Tesi Group vuole rappresentare la vicinanza al proprio ospedale di tutta la città”.

“Ringraziamo Giorgio Tesi Group e Ge.Sat per l’attenzione che ci hanno riservato con questo notevole progetto oltre che per i sostanziali sostegni che in questi mesi di emergenza hanno destinato al San Jacopo apprezzati dal personale e ora, con il nuovo allestimento, anche dalla cittadinanza tutta – ha sottolineato il direttore generale Paolo Morello Marchese.–

“Come Ospedale abbiamo subito accolto con favore la proposta di Giorgio Tesi Group e Ge. Sat proprio per sottolineare il forte legame tra l’ospedale, il suo Santo e la città, —ha aggiunto il direttore sanitario del presidio ospedaliero la dottoressa Lucilla Di Renzo.

L’inaugurazione del progetto, tra l’altro, cade proprio nei giorni in cui fu aperto nel 2013 il nuovo Ospedale di Pistoia: una struttura moderna che allora fu deciso, in continuità con il passato, di chiamare con il nome del Santo patrono della città. Sono orgogliosa di aver avuto l’opportunità di lavorarci perché ha dimostrato tutte le sue grandi potenzialità durante l’emergenza sanitaria e sono lieta che sia stato promosso un evento che coinvolgerà la cittadinanza, che in questi lunghi mesi ha dimostrato attaccamento e affezione all’ospedale San Jacopo e solidarietà agli operatori”.

“Siamo davvero molto felici di partecipare, in stretta collaborazione con l’Azienda USL Toscana Centro e Ge.Sat, a questa iniziativa per il nostro ospedale – ha detto Fabrizio Tesi, legale rappresentante di Giorgio Tesi Group – con la quale confermiamo ancora una volta la grande attenzione e la vicinanza della nostra azienda nei confronti delle esigenze della comunità e del territorio”.

Gli sbandieratori al “San Jacopo”

“Proprio in questi giorni, nel 2013 – ha evidenziato Cappellino — ci fu il trasferimento dei pazienti dall’ex ospedale del Ceppo in questa struttura, che ricordo a tutti nasce da un’iniziativa di partenariato pubblico e privato, che nel tempo ha portato ad ottenere ottimi risultati. Questa bella iniziativa nasce anch’essa da una fattiva collaborazione tra Usl, Gesat e Giorgio Tesi Group, che ha donato le piante e organizzato questa mostra che certamente sarà visitata da moltissime persone.

Dopo questo duro periodo che abbiamo passato, non posso che augurare a tutti noi di poter partecipare a tante altre iniziative come questa, perché vorrà dire che finalmente saremo usciti da questa brutta vicenda”.

Ha proseguito il sindaco Tomasi: “In questi mesi sono venuto molte volte in Ospedale per consegnare dispositivi ed apparecchiature ed essere qui oggi in un contesto di festa è per me una grande emozione”. Anche per il Sindaco di Pistoia è infatti forte il legame del territorio e della comunità all’Ospedale che porta il nome del Santo con il quale si evidenzia fortemente il reciproco vincolo religioso e di tradizione.

“Ringrazio la Giorgio Tesi Group, che insieme alla Diocesi e al Comune – ha concluso — è stata protagonista di questi festeggiamenti Iacobei, con la meravigliosa mostra sull’Altare Argenteo attualmente a Santiago di Compostela e con questa iniziativa per il nostro ospedale e per il libro per bambini di prossima uscita. Grazie a tante iniziative, compreso questa, la città continua sempre più a riscoprire la propria appartenenza al culto Iacobeo è questo è davvero molto importante.

A questo proposito invito tutta la popolazione a partecipare ai tanti eventi religiosi, artistici e culturali in programma in questo Anno Iacobeo in modo da riscoprire le proprie radici. Un plauso al lavoro di Michele Fabbricatore, Martina Colligiani e della Giorgio Tesi Editrice per il libro per bambini su San Iacopo di prossima uscita, un’iniziativa che si affianca al lavoro fatto nelle scuole comunali sul culto iacobeo e che racconta, alle nuove generazioni, in maniera divertente e con splendide illustrazioni la storia e le tradizioni della nostra città”.

[asl toscana centro pt]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email