larciano. ELENA BIGALLI (PD): «ECCO PERCHÉ ME NE VADO»

Elena Bigalli
Elena Bigalli

LARCIANO. Mi è stato chiesto di far parte della lista “Impegno comune per Larciano”, nella quale avevo creduto molto, ma ho deciso di declinare e vorrei spiegare il perché.

Potevamo arrivare alla composizione delle liste in maniera diversa, più partecipata, e allora la mia risposta sarebbe stata diversa,  in un ambito di ampia collaborazione e di continuità rispetto a quelli che erano stati i principi alla base di quel primo “nucleo”.

Invece abbiamo parlato di lista una sola volta, a elenco già concluso , senza avere un dialogo interno e senza capire le motivazioni di determinate scelte operate dal segretario e dal candidato sindaco per ragioni personali ed estranee alla buona politica.

Mi sono sentita isolata all’interno del gruppo e anche un po’ usata per “acquietare gli animi”, non sono mai stata interessata alle poltrone, quello che mi anima è la voglia di lavorare in un gruppo collaborativo, per il bene del mio paese, ma determinate situazioni ormai note mi hanno indotto a prendere questa decisione.

Come aggravante c’è poi il comportamento escludente, soprattutto dopo che tutti abbiamo espresso la volontà di vedere un partito unito senza divisioni, con un unico candidato sostenuto da tutti.

Da parte della nostra area, quella più riformista e innovatrice, c’è stato uno sforzo per trovare un punto di unione da cui ricominciare. Volevamo voltare pagina e ripartire proprio da questa grande opportunità, e così ci siamo impegnati, abbiamo dato il nostro apporto al programma con cui il Pd si presenta a queste elezioni; ma questo è stato preso e gettato al vento.

Mi dispiace per il partito democratico, nel quale credo profondamente. Credo che le cose vadano dette e chiarite, per coerenza e rispetto di tutti.

Mi auguro che da qui si possa ripartire con toni diversi e con un diverso atteggiamento. Da parte mia ci sarà sempre il massimo impegno, e parlo anche a nome di tutto il gruppo di iscritti al Pd (quasi il 50% dell’unione comunale di Larciano) con i quali in questi mesi ho lavorato. Si continua con la solita partecipazione, per il partito e per il nostro paese, senza mai far mancare il nostro apporto e le nostre idee, come è sempre stato, anche se saremo fuori da questa amministrazione.

Con l’occasione, al termine di questo mio breve mandato amministrativo, voglio ringraziare tutti coloro che in questi due anni mi sono stati vicini, supportandomi e accogliendo le mie proposte con entusiasmo, in primo luogo gli uffici comunali con cui ho collaborato.

Ho avuto la fortuna di potermi occupare di cultura e turismo, da consigliere incaricato: qualcosa è stato fatto ma, lo dico con sincerità e con estrema franchezza, avrei voluto fare molto di più. Seguire le cose da semplice consigliere e far valere le proprie idee senza appartenere a una giunta è molto difficile, se non impossibile, ma ci ho provato con tutta me stessa.

Un grazie ai larcianesi infine, che mi hanno dato suggerimenti e hanno proposto iniziative di cui mi sono fatta carico e alle quali poi hanno partecipato e risposto con entusiasmo.

[elena bigalli – pd larciano]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento