LAVORI SULL’ACQUALUNGA A SANT’AGOSTINO, NESPOLO E CHIAZZANO

Gli interventi, per un costo di quasi 300mila euro, ridurranno il rischio di esondazione e miglioreranno la capacità di deflusso del canale
Lavori sull’Acqualunga. 1
Lavori sull’Acqualunga. 1

PISTOIA. Sono iniziati martedì 19 gennaio gli interventi di manutenzione straordinaria sulla rete di drenaggio del fosso Acqualunga, che interesseranno le zone di Sant’Agostino, Nespolo e Chiazzano, spesso soggette ad allagamento anche per la ridotta capacità di smaltimento delle acque da parte del canale.

I lavori sono finalizzati alla riduzione del rischio di esondazione e al miglioramento della capacità di deflusso del fosso Acqualunga, al rinforzo dei tratti dissestati e alla demolizione di opere in muratura precarie che, ove necessarie, verranno ricostruite.

Il progetto, per il quale è prevista una spesa complessiva di 275 mila euro, è finanziato con fondi comunali per la somma di quasi 212 mila euro e con un contributo del consorzio di bonifica Medio Valdarno per i restanti 63 mila euro.

“Prosegue così, – afferma il sindaco Samuele Bertinelliin linea con gli obiettivi indicati chiaramente nel progetto di governo, l’impegno dell’Amministrazione per la manutenzione del territorio, che consideriamo – insieme agli interventi sull’edilizia scolastica – un investimento, per il presente e per il futuro, prioritario ed indispensabile per la nostra città. Dall’inizio del mandato ad oggi abbiamo già investito sulle nostre scuole oltre quattro milioni e duecentosessanta mila euro e altri quattro milioni di euro per l’assetto idrogeologico. L’avvio dell’atteso intervento sull’Acqualunga è un significativo esempio dell’impegno che stiamo sviluppando – non da oggi – sul fronte della difesa dal rischio idraulico, che nei prossimi mesi si intensificherà ulteriormente sia con nuovi investimenti che in termini di manutenzione minuta del territorio”.

L’opera, che ha preso avvio intervenendo sul tratto di fosso che scorre nei pressi del centro commerciale Panorama, è eseguita dalla società cooperativa La Rocca di Castiglione di Garfagnana e dovrebbe concludersi entro aprile. Tuttavia, considerato che nei mesi primaverili Pistoia è caratterizzata da abbondanti piogge, si prevede una possibile sospensione dei lavori per alcune settimane, fino al termine delle precipitazioni.

Tutte le operazioni di ripulitura e ricalibratura dell’alveo del fosso Acqualunga verranno eseguite quasi esclusivamente lungo le rive e verranno adottati tutti gli accorgimenti necessari per la tutela della fauna ittica durante il periodo riproduttivo.

Lavori sull’Acqualunga. 2
Lavori sull’Acqualunga. 2

Vediamo in dettaglio gli interventi.

Tratto di Acqualunga nei pressi del centro commerciale Panorama. La modifica degli argini e l’allargamento della cassa di espansione che si immette nel fosso Acqualunga consentiranno la raccolta di maggiori quantità di acqua, in modo da non aggravare il deflusso a valle.

Tratto di Acqualunga in prossimità e lungo via Vecchia Pratese. Nei punti a cielo aperto, il fosso sarà ripulito dai depositi terrosi accumulati sul fondo; le fessure nei muri di sponda verranno chiuse e stuccate; i tratti sotterranei saranno liberati dai detriti; il muro di sponda destro, dissestato, verrà demolito per un tratto di cinque metri e ricostruito con blocchi di pietra squadrati; le fondamenta dei muri di sponda smossi alla base saranno rinforzate.

Canale scolmatore del fosso Acqualunga. Nel tratto in cui il canale scolmatore (adibito ad alleggerire la portata di piena del canale principale) attraversa via Toscana, verranno rimossi i depositi terrosi; la sezione verrà allargata grazie alla costruzione di una palizzata in legname sulla sponda destra e alla regolarizzazione del fondo nel tratto a cielo aperto collegato alla tubazione che porta al canale principale.

Ramo secondario del fosso Acqualunga che corre lungo via Acqualunga. Il muro in calcestruzzo a lato della strada, a valle di via Toscana, sarà demolito e ricostruito utilizzando massi squadrati.

Tratto del fosso Bollacchione. La palizzata di tubi in acciaio che sostiene la sponda destra sarà rimossa e sostituita con blocchi di pietra squadrati per due tratti pari a venti e diciotto metri.

Tratto di fosso Acqualunga a Chiazzano a monte di via Toscana. Il rivestimento precario di lastre in acciaio verrà rimosso, mentre sarà realizzata una costruzione in pietra che impedisca l’erosione della sponda esterna.

Fossi e tratti sotterranei lungo via Toscana. Le tubature che passano sotto via Toscana, costruite affinché la creazione di strade e le trasformazioni del territorio non modifichino o ostacolino i deflussi della rete (per realizzare la cosiddetta “trasparenza idraulica”), saranno ripulite così come i depositi e i fossi a bordo strada.

Tratto del fosso Bollacchione vicino alla località di Castello Romiti. Saranno demoliti due attraversamenti precari e pericolanti, mentre il punto di sbocco del fosso affluente sarà ricostruito in pietra e migliorato.

Fossi all’incrocio tra via di Chiazzano e via Toscana. Verrà realizzato un collegamento tra il fosso perpendicolare a via di Chiazzano e il fosso Acqualunga, creando un primo tratto sotterraneo che passi sotto via di Chiazzano, collegato al fosso di guardia esistente a bordo strada. Il tratto di tubazioni sotto i fabbricati verrà ripulito, mentre il tratto a cielo aperto sarà ricalibrato.

Tratto di Acqualunga a sud di via Toscana. Un attraversamento verrà demolito e ricostruito, mentre su entrambe le sponde sarà sistemata della pietra, in modo da garantire sicurezza e stabilità in caso di passaggio dei mezzi pesanti. Le fondamenta della sponda destra, adiacente a via di Chiazzano, saranno rinforzate.

Tratto di Acqualunga immediatamente a monte della confluenza con il fosso Bollacchione. Il raccordo tra l’attraversamento e la sponda, per un tratto di circa cinque metri, verrà demolito e rifatto in pietra. L’intervento è necessario in quanto tale raccordo risulta distaccato dal parapetto del ponte e potrebbe crollare, ostruendo l’alveo durante una piena.

Tratto di Acqualunga alla confluenza con il fosso che corre lungo via Acqualunga. L’attraversamento in pietre e mattoni disposti a volta sarà demolito poiché risulta precario e provoca un fenomeno di riflusso durante le piene, visto che i parapetti riducono la sezione idraulica del canale. L’intervento prevede inoltre la modellatura della confluenza tra il fosso Acqualunga e l’affluente per migliorare il deflusso delle acque in caso di piena.

[puggelli – comune pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento