lavori sullo stella. «È QUESTA PER NOI LA VERA PARTECIPAZIONE»

I lavori realizzati recentemente sullo Stella a Molin Nuovo
I lavori realizzati recentemente sullo Stella a Molin Nuovo

QUARRATA. [a.b.] In breve tempo in sinistra e destra idraulica del torrente Stella in zona Molin Nuovo a Catena l’ufficio del Genio Civile ha ultimato i lavori promessi ai comitati dei cittadini.

Dopo la denuncia del 31 marzo e il sopralluogo del 9 aprile gli operai incaricati hanno ultimato gli interventi di ripristino.

I lavori eseguiti con tempismo sono stati visionati ieri dai rappresentanti dei cittadini che hanno avuto modo di verificare l’ottimo lavoro di manutenzione e di riparazione dell’argine.

“Chiaramente – spiega Daniele Manetti – la nostra battaglia per mettere in sicurezza il territorio dal rischio idrogeologico continuerà e non si fermerà ai primi lavori sull’argine del Torrente Stella. Come abbiamo fatto finora con tenacia, costanza e senza delegare niente a nessuno, abbiamo intenzione di affrontare direttamente i grossi problemi del rischio idrogeologico, continuando a parlare e fare osservazioni e proposte con tutti gli enti pubblici a partire dalla Regione Toscana e dal nuovo responsabile ingegnere Marco Masi. I risultati si vedono. Questa per noi è la vera partecipazione”.

Torrente Stella. Cittadini sull’argine franato. 2
Torrente Stella. Cittadini sull’argine franato

“Ora la sfida che ogni amministrazione deve sapere affrontare (e in primo luogo quella di Quarrata con cui interagiamo da tempo) – continua Manetti – consiste nella capacità di costruire un governo partecipativo che permetta ai cittadini di intervenire direttamente, in piena autonomia, senza manipolazioni, nella programmazione e pianificazione delle scelte amministrative, senza che l’amministrazione abbia già preso preventivamente delle decisioni”.

Manetti torna di nuovo sulla questione dei processi partecipativi ribadendo la necessità di creare le condizioni perché anche a Quarrata certe scelte siano fatte utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla Democrazia Partecipativa (come assemblee, referendum, petizioni, raccolte di firme, consultazioni ecc.).

“Il confronto pubblico a cui siamo abituati con le attuali amministrazioni, quelle rare volte che lo concedono, non può essere chiamato con tale parola. Infatti non è un confronto pubblico, ma una relazione già decisa dalla giunta. Quindi mi chiedo su cosa dobbiamo confrontarci, senza poter visionare prima la documentazione?

“Sono quindi eventi per specialisti e non per i cittadini che supinamente devono solo recepire; non c’è niente da decidere, tutto è già stato deciso. Una iniziativa di questo genere, che di solito si svolge nello squallore e nell’indifferenza generale, è da chiamarsi semmai presentazione e non confronto pubblico”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

4 thoughts on “lavori sullo stella. «È QUESTA PER NOI LA VERA PARTECIPAZIONE»

  1. L’intervento di Massimo Scalas, in una riga e mezzo dice “una gran bella verità” ( e così dicendo, ho citato, così, per sdrammatizzare, anche una canzone del mitico Lucio Battisti). Ma , purtroppo, è chiaro che con le istituzioni che abbiamo (non solo i politici, dunque), devono essere quelli che di noi vogliono farlo, ogni tanto, a “tirarsi su le maniche”.
    E così si scopre che, se si vuole sapere qualcosa di più sul degrado di quella “Terra di nessuno” che sono le ex Trafilerie Martinelli, si deve muovere, a proprio rischio ed infrangendo anche almeno un paio di divieti, un privato cittadino. Se si vuole sapere cosa avviene, ammesso che avvenga qualcosa, intorno alle ex Ville Sbertoli, è lo stesso privato cittadino che si muove.
    Può inoltre accadere che sia un altro privato cittadino che segue suo nipote nella tesi di laurea su un argomento agrario, il quale entra casualmente in zona zingari vicino all’argine dell’Ombrone a sud di Pontelungo e scopre un bel po’ di merce, comprese carcasse di auto, che puzza lontano un miglio di possibile furto. E si potrebbe continuare ancora.” Così va spesso il mondo,,,” diceva, ironicamente, il grande Alessandro Manzoni in un passo dei Promessi Sposi. E così continua tranquillamente ad andare, senza che chi di dovere si scuota neppure un pochino.
    Piero Giovannelli

  2. Piero….sei un provocatore….uno fa tanto di darti un bel giardinetto volante per volare con la fantasia e tu mi entri alle Martinelli….sei fortunato che non ti denuncio.
    Buona serata!!!

  3. Buona serata anche a te, Massimo!
    Alle prossime facezie…tanto per non amareggiarsi troppo davanti a tutte le castronerie che sentiamo…o che vediamo fare.
    Piero

Lascia un commento