lavoro. COLDIRETTI: «BENE RADDOPPIO FONDI PER RITORNO GIOVANI ALLA TERRA»

Giovane in agricoltura

PISTOIA. Con i giovani imprenditori agricoli che nel 2017 sono aumentati del 6% raddoppiano i fondi per gli under 40 che scelgono di tornare alla terra. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare positivamente la scelta dell’Italia di incrementare da 37 a 74 milioni i finanziamenti per favorire l’insediamento nelle campagne. In questo modo i giovani agricoltori potranno vedere aumentati i finanziamenti della Politica agricola comune (Pac) a cui potranno essere aggiunti anche quelli dei Piani di sviluppo rurale promossi nelle singole regioni.

“Provvedimenti che consolidano il desiderio di investire nel settore primario da parte di tanti giovani anche pistoiesi -spiega Simona Falzarano, delegata provinciale di Coldiretti Giovani Impresa-. Imprenditorialità che Coldiretti valorizza con Start Up, il premio dedicato ai giovani imprenditori agricoli. Basta avere meno di 40 anni ed esporre il proprio modo di fare impresa agricola tramite il sito di Coldiretti Giovani Impresa e comunque recandosi in una delle sedi Coldiretti sul territorio. Le iscrizioni scadono il 15 aprile”. Il premio è articolato in 6 categorie: Impresa3. Terra, Campagna Amica, Sostenibilità, Fare Rete, Noi per il sociale, Creatività (www.oscargreen.it).

“Oltre al raddoppio dei fondi, le scelte adottate dall’Italia – sottolinea Simone Ciampoli, direttore di Coldiretti Pistoia- prevedono una serie di altre misure per favorire l’apertura di nuove aziende agricole anche attraverso la semplificazione degli adempimenti burocratici”. Per quanto riguarda il greening, oltre alle semplificazioni per leguminose, erba medica in particolare e riso che sono direttamente applicabili dal 1° gennaio 2018, si è deciso di includere tra le aree d’interesse ecologico (EFA) i terreni a riposo con copertura vegetale di specie mellifere, piante che attraggono le api, redigendo anche una lista delle colture seminabili.

“Un’opportunità importante per sostenere il fenomeno del ritorno dei giovani alla terra con l’agricoltura che è tornata ad essere un settore strategico cui i ragazzi guardano per costruire un percorso di vita e di lavoro che crea valore economico ed occupazionale per l’intero Paese -ha continuato Ciampoli-, nel sottolineare la necessità che questa spinta che viene dalle nuove generazioni vada accompagnata con misure puntuali ed efficaci, a partire dal favorire l’accesso alla terra e al credito”.

L’Italia con 55.121 imprese agricole italiane condotte da under 35 è – ricorda Coldiretti – al vertice in Europa nel numero di giovani in agricoltura. Tra l’altro, secondo un’indagine Coldiretti/Ixe’ le aziende agricole condotte da under 35 possiedono una superficie superiore del 54% rispetto alla media, realizzano un fatturato più elevato del 75% e hanno il 50% di occupati in più in azienda.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento