lavoro. FIOM, LICENZIATA INGIUSTAMENTE DELEGATA A PISTOIA

Braccini (Fiom Toscana): ­Un licenziamento nullo a tutti gli effetti, illegittimo ed illegale

Maf

PISTOIA. “Denunciamo il grave atto adottato dall’azienda Maf di Pistoia che ha licenziato un membro Rsu in maniera del tutto arbitraria ed illegittima. Dopo tanti anni di lavoro vedersi sbattere fuori con pretesti infondati segna il culmine di una situazione lavorativa interna che va messa sotto osservazione. Nella lettera di licenziamento si notano perfettamente argomenti pretestuosi da parte dell’azienda ed un chiaro intento antisindacale”.

Lo rende noto Massimo Braccini, segretario generale Fiom Toscana. “In un contesto dove ci accompagnano quotidianamente tragedie lavorative e morti sul lavoro, una delegata sindacale che è andata ad occuparsi di sicurezza e nocività, come è suo preciso dovere fare, è stata licenziata – aggiunge -.

Vanno verificate le reali condizioni di lavoro all’interno dell’impresa, chiederemo agli organi di vigilanza di intervenire immediatamente.

Invitiamo l’azienda a ritirare il licenziamento in quanto nullo a tutti gli effetti, illegittimo ed illegale.

Avverso, adotteremo tutte le iniziative sindacali e legali volte a far riconoscere le tutele ed i diritti della nostra delegata sindacale”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email