LE “PIADINE” DELLA MONTAGNA PISTOIESE

La pila di testi

MONTAGNA PISTOIESE. È uno dei piatti tipici e caratteristici della cucina dell’Appennino Pistoiese.

Povero negli ingredienti, rigorosamente di stagione, semplice nella preparazione e sublime per il palato.

Si gustano arrotolati, schietti al naturale, o con ripieni vari. Insuperabili quelli con la ricotta.

Sono i necci: le “piadine” della Montagna Pistoiese, fatti con la farina di castagne di cui questi monti sono ancora ricchi.

Un tempo si cuocevano con i testi, piccoli dischi di arenaria del diametro di 20 cm, impilati uno sopra l’altro; tra un testo e l’altro foglie di castagno e nel mezzo l’impasto di farina dolce.

Oggi, più comunemente, si usano delle piastre di acciaio provviste di manico.

Ingredienti per 6 persone

Necci con ricotta

½ kg di farina dolce di castagne
Sale
Olio di oliva
½ litro di acqua

Preparazione
In una zuppiera larga e capiente impastare la farina dolce con acqua e un pizzico di sale fino ad ottenere una pasta liscia, omogenea e senza grumi.
Con un mestolo si versa un poco di impasto su di un testo ben caldo ed unto con olio di oliva (per ungere si usa una patata divisa i due e intinta nell’olio), quindi vi si sovrappone l’altro testo.
Si cuoce su fuoco vivo per circa tre minuti.
Poi largo alla fantasia, ma con prodotti tipici della montagna come il pecorino a latte crudo e la già menzionata ricotta.

[Marco Ferrari]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento