LEGAMBIENTE: «IL TTIP PUÒ ESSERE FERMATO»

Effetto Ttip in Europa...
Effetto Ttip in Europa…

AGLIANA. Il Ttip (Transatlantic Trade and Investment Partnership) è un pesantissimo attacco alla sovranità degli Stati Nazionali e ai poteri dei Parlamenti eletti dai cittadini.

Insieme con il Tisa (Trade in Service Agreement), altro trattato in discussione segreta, ha lo scopo di demolire le conquiste sociali e politiche avvenute in tanti paesi europei in seguito alla sconfitta del nazi-fascismo alla fine della seconda Guerra Mondiale.

Da anni il grande capitale finanaziario sta manovrando per imporre lo smantellamento dello Stato sociale, del sistema sanitario nazionale, del sistema pubblico dei trasporti, della proprietà pubblica dell’acqua potabile ecc., per far largo all’ingresso dei colossi privati.

Da tempo i potentati economici vogliono distruggere ogni didritto e ogni tutela che possono difendere i lavoratori e gli strati più deboli della popolazione, dello Stato e dei lavoratori al contratto collettivo nazionale.

Questi trattati internazionali aggrediscono i principi fondamentali della nostra Costituzione, fondata sui valori dell’Antifascismo e della Resistenza e basata sull’uguaglianza e sulla difesa e valorizzazione del bene comune.

Cosa si può fare

L’intenzione dei sostenitori di questi accordi è di convergere su una bozza di accordo entro quest’anno, ma le forze dell’opposizione sociale e le richieste di maggior trasparenza stanno rallentando le decisioni.

Una parte del Parlamento europeo si è dichiarata contraria all’unificazione delle normative perhè i rischi sono troppo grandi e il processo irreversibile.

Il Ttip può e deve essere fermato, come da più di un anno stanno chiedendo tante associazioni e organizzazioni ndi cittadini, di consumatori, di lavoratori, di produttori.

Sabato 16 alle 21 incontro alla Chiesa di San Niccolò in Piazza Aldo Moro ad Agliana. Assemblea pubblica “Stop Ttip”: interverrà Matteo Bortolon, esperto in economia sociale che si occupa da anni dei trattati di “libero scambio” promovendo la riconquista della sovranità democratica.

[sessa – legambiente pistoia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “LEGAMBIENTE: «IL TTIP PUÒ ESSERE FERMATO»

  1. Allora cari di Legambiente: avete molti meriti ma tra questi non metterei l’obbiettività sulla questione del Ttip. Avete un approccio ideologico evidente quando dite che stanno facendo tutto in maniera “segreta”. Non è vero, tanto è vero che voi ci fate un incontro dove suppongo esporrete quanto sapete ( e a sentir voi avete la Verità in tasca), e se sapete, dire che è cosa segreta è una contraddizione in termini. In ogni caso qui
    http://ec.europa.eu/trade/policy/in-focus/ttip/index_it.htm,
    si trova ciò che al momento è disponibile in merito. D’altro canto noi abbiamo eletto della gente che è delegata a governare ed eventualmente a decidere anche di queste cose e mi sembra ovvio che essendo tutto in divenire, non tutti i particolari siano al momento noti. Io non ho una opinione precisa ancora del ttip, visto che ancora non c’è un testo definitivo. D’altro canto mi pare che in Italia sopratutto, abituati ai politici che sparano dichiarazioni a getto continuo su ciò che è, sarà, anzi no, restiamo sconvolti quando, una delegazione che porta avanti un negoziato complesso e decisivo per il nostro futuro, eviti a mio modo di vedere in modo serio, di rilasciare ogni 3×2 dichiarazioni che, su popolazioni irrazionali come la nostra, abituati a vociare prima d’informarsi, convinti che youtube sia il Vangelo e le scie chimiche una verità rivelata avrebbero effetti imbarazzanti (per noi). In definitiva io vorrei, se possibile, assistere a un dibattito equilibrato, con scienziati e tecnici indipendenti e non della parrocchia, basato su ciò che si sa per certo (dove per certo si intende ciò che le due parti hanno messo a disposizione e non testi farlocchi) e non su supposizioni . In ogni caso, certo di non ottenere risposta vorrei farvi alcune domande:
    – Perchè questo trattato è un “pesantissimo attacco alla sovranità degli Stati Nazionali e ai poteri dei Parlamenti eletti dai cittadini.”?
    – Perchè il TISA “il Tisa (Trade in Service Agreement), altro trattato in discussione segreta, ha lo scopo di demolire le conquiste sociali e politiche avvenute in tanti paesi europei in seguito alla sconfitta del nazi-fascismo alla fine della seconda Guerra Mondiale.”?
    – Cosa centra il TTIP con i “i principi fondamentali della nostra Costituzione”?

    Chiudo con una considerazione: è possibile che nessuno di voi rifletta mai sul fatto che fino a 100 anni fa la gente andava a dorso di mulo, moriva per un raffreddore, a 50 anni era decrepita, era analfabeta, mangiava una volta al giorno se andava bene….ma com’è che se siamo nelle mani delle bieche multinazionali e dei potentati che ci vogliono schiavi, oggi per la maggior parte di noi il problema non è più la fame ma la connessione a banda larga?
    Massimo Scalas
    PS. da anni so che tra voi va molto di moda la leggenda metropolitana dei semi OGM che se lasciati seminare provocherebbero la contaminazione delle coltivazioni non OGM: mi spiegate come fanno visto che tutti sappiamo che i semi OGM sono sterili?

Lascia un commento