libri. I TRENI NON ESPLODONO. STORIE DELLA STRAGE DI VIAREGGIO

Domani, 8 settembre alle 18, presso Lo Spazio di via dell’Ospizio la presentazione del libro di Federico di Vita e Iliaria Giannini
La locandina
La locandina

PISTOIA. Domani, giovedì 8 settembre alle18, allo Spazio di via dell’ospizio, Francesca Matteoni presenterà insieme agli autori Federico Di Vita e Ilaria Giannini il libro I treni non esplodono. Storie dalla strage di Viareggio (Piano B edizioni, 2016).

Viareggio, 29 giugno 2009. Ore 23:48.

Il treno merci 50325 trasporta quattordici vagoni-cisterna carichi di Gpl, ed entrando in stazione ondeggia e barcolla. Quattrocento metri dopo deraglia.

Da uno squarcio nella prima cisterna il gas si disperde come una nebbia portata dal vento. Si insinua dentro le case dalle finestre aperte, dalle porte, nei cortili. Poi esplode. In Via Ponchielli crollano tre palazzine, l’incendio devasta la strada. Undici persone perdono la vita quella notte, altre ventuno moriranno a causa delle ustioni.

Una strage ancora senza colpevoli.

In più di tre anni di lavoro, gli autori hanno raccolto le testimonianze di chi ha vissuto in prima persona gli eventi di quella notte.

I treni non esplodono” dà voce a chi quella notte è stato lì: agli ustionati, ai parenti accorsi in aiuto, ai soccorritori, ai giornalisti arrivati in ciabatte, ai ferrovieri, ai passanti.

Di storia in storia il libro consente di ricostruire la dinamica del disastro, ciò che l’ha causato e le sue conseguenze: i tagli alle ferrovie, il senso dell’ingiustizia, il processo, le ustioni; dando vita a una raccolta di storie che tengono il lettore incollato alla pagina, ricostruendo la portata della tragedia del più grande disastro ferroviario italiano, rimasto ad oggi ancora senza colpevoli.

GLI AUTORI

Federico di Vita (Roma, 1982), vive a Firenze. Ha curato la raccolta di racconti Clandestina (effequ, 2010), ed è autore del saggio-inchiesta Pazzi scatenati (effequ 2011, poi Tic, 2012) – Premio Speciale nell’ambito del Premio Fiesole 2013.

Ilaria Giannini (Pietrasanta, 1982), vive a Firenze. È autrice di due libri: I provinciali (Gaffi, 2012) e Facciamo finta che sia per sempre (Intermezzi, 2009). Suoi racconti sono usciti nelle antologie di Piano B, effequ, Ets e Las Vegas.

[lo spazio di via dell’ospizio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento