LICEO FORTEGUERRI E PETROCCHI, ASSEMBLEE DI ISTITUTO IN CATTEDRALE

Da mesi infatti la Consulta a stretto con tatto con l’assessore Frosini del Comune di Pistoia segue casi di istituti che si trovano nell’impossibilità di garantire lo svolgimento delle assemblee a causa del numero elevato d’iscritti non compatibile con l’agibilità della maggior parte dei locali a disposizione nelle strutture scolastiche
Il Liceo Forteguerri

PISTOIA. Ha avuto oggi luogo la seconda delle due assemblee d’istituto frutto della collaborazione instaurata e
promossa dalla Consulta Provinciale degli Studenti di Pistoia tra le scuole e il Comune di Pistoia, con il contributo della Provincia, che ha permesso ai ragazzi degli istituti Petrocchi e Forteguerri di riunirsi in assemblea, per la prima volta da anni il primo, per quest’anno il secondo, il tutto presso un locale d’eccezione: La Cattedrale in area Ex Breda a Pistoia.

Da mesi infatti la Consulta a stretto con tatto con l’assessore Frosini del Comune di Pistoia segue casi di istituti che si trovano nell’impossibilità di garantire lo svolgimento delle assemblee a causa del numero elevato d’iscritti non compatibile con l’agibilità della maggior parte dei locali a disposizione nelle strutture scolastiche. Per i due licei pistoiesi tuttavia una soluzione valida fino alla fine dell’anno è stata trovata grazie all’intervento del Comune di Pistoia che ha messo a disposizione delle scuole La Cattedrale, unico locale che con un’agibilità per 1200 persone può secondo la legge ospitare assemblee di istituti che contano oltre 900 iscritti.

Durante le assemblee sono state organizzate conferenze incentrate su tematiche d’attualità come il Cyberbullismo, con la partecipazione del Capo della Polizia Dott. Luca Gorrone, e la legalizzazione delle droghe leggere
con interventi di esperti e soprattutto un’importante partecipazione da parte dei ragazzi e delle ragazze, protagonisti assoluti del dibattito. Al riguardo si è espressa la responsabile della commissione Scuola della Consulta Provinciale degli studenti Anna Cirillo: “Le iniziative sono state entusiasmanti, il ritorno da parte dei ragazzi è stato positivo e di
partecipazione, personalmente lo considero un grosso successo ottenuto grazie al lavoro di squadra che si è formato tra tutti i rappresentanti ma decisivo è stato anche l’intervento dell’amministrazione comunale e nello specifico mi sento di ringraziare l’assessore all’istruzione Frosini e gli uffici comunali per il lavoro portato avanti.

Il luogo concessoci non è solo l’unico sul nostro territorio adeguato da un punto di vista strutturale ad accogliere il numero sicuramente elevato di iscritti dei due licei, ma rappresenta anche un elemento costitutivo dell’identità della nostra città, nonché simbolo di rivincita e di rinascita, a testimoniare che pure in una situazione difficoltosa come può
essere quella delle assemblee d’istituto per la nostra provincia, un riscatto è possibile; sono quindi felice del forte significato che un’azione del genere può avere per i ragazzi e sono fermamente convinta della necessità di trovare una soluzione che possa essere definitiva per garantire a tutti gli studenti non solo la fondamentale formazione culturale che si richiede ad una scuola, ma anche occasioni di rappresentanza, di confronto democratico, di crescita come cittadini e come comunità  sostenendo la nascita di un senso d’appartenenza ad un istituto come ad un contesto culturale ed un sempre maggiore contatto tra studenti, rappresentanze e istituzioni”.

La Consulta ci tiene a ringraziare il Comune di Pistoia e la Provincia, nello specifico l’Assessore Alessandra Frosini per la disponibilità e la collaborazione dimostrata a riguardo.

Rimaniamo a disposizione per segnalazioni 334/9873699

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento