LIONS, IL “PROGETTO MARTINA” AL CAPITINI

Progetto Martina
Progetto Martina

AGLIANA. Anche per il 2015 il Lions Club Quarrata Agliana Pianura pistoiese propone nelle scuole del territorio uno dei principali Service Nazionali dell’Associazione: il «Progetto Martina». In linea con le indicazioni del Ministero dell’Istruzione e del Ministero della Salute sulla necessità di promuovere l’educazione nelle scuole, i Lions, tra i cui obiettivi figura anche quello di «prendere interesse attivo al benessere civico, culturale, sociale e morale della comunità», hanno deciso infatti da alcuni anni di far incontrare i loro medici con gli studenti delle scuole superiori e parlare loro di un argomento difficile ma di estrema attualità, ovvero i tumori.

Il Service si chiama «Progetto Martina» in ricordo di una ragazza molto giovane, colpita da tumore alla mammella, che durante la sua malattia aveva ripetutamente chiesto che i giovani fossero «informati ed educati ad avere maggior cura della propria salute». Gli obiettivi consistono dunque nel portare a conoscenza dei giovani le modalità di lotta ai tumori ed informarli sulla possibilità di evitarne alcuni, impegnandosi fin dalla più giovane età: alcuni tumori sono infatti dovuti a virus e concause importanti, altri da fattori ambientali (inquinamento, sole, amianto, idrocarburi, radon, ecc.) e stili di vita errati.

Nel corso degli incontri, i medici danno informazioni sui tumori che possono presentarsi o che incominciano il loro percorso in età giovanile, in modo da permettere ai ragazzi di mettere in atto semplici ma efficaci azioni di prevenzione primaria (ridurre il rischio di contrarre la malattia) o secondaria (migliorare la cura mediante la diagnosi precoce).

Dopo l’entusiasmante esperienza degli anni scorsi, durante la quale centinaia di studenti hanno dimostrato di avere recepito le raccomandazioni più importanti del codice europeo contro il cancro sugli stili di vita (alimentazione più corretta, maggiore attività fisica, riduzione/eliminazione del fumo), il Service verrà quindi riproposto agli studenti delle quarte classi dell’istituto «Capitini» di Agliana.

«Si tratta – spiega il presidente del club, Massimiliano Cecchi – di una serie di incontri dedicati alla prevenzione, che avranno luogo durante il mese di febbraio presso l’istituto superiore aglianese. Gli apprezzamenti manifestati al Club negli anni passati dal Miur, dagli studenti e dai docenti e gli incoraggiamenti a proseguire su questa strada pervenuti da parte delle famiglie dei ragazzi coinvolti, hanno convinto della bontà dell’iniziativa e della necessità di continuarla anche quest’anno. Un ringraziamento particolare va agli amici medici, soci del Lions Club, Ferdinando Santini, Mario Lomi e Atos Capecchi che cureranno il progetto. I medici, con linguaggio chiaro e comprensibile, illustreranno alcune tipologie di tumori, il melanoma, il linfoma, i tumori alla mammella, al collo utero e al testicolo, descrivendone le possibili origini e l’evoluzione, per poi soffermarsi sui comportamenti e gli stili di vita che possono evitarne l’insorgenza».

[panarello – lions quarrata agliana pianura pt]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento