lions in piazza. DUEMILA VISITE MEDICHE NELLA GIORNATA DELLA PREVENZIONE

Foto di gruppo

MONTEMURLO-MONTALE. La quarta edizione dei “Lions in piazza”, realizzata quest’anno in contemporanea su due piazze a Montemurlo e Montale, si chiude con risultati “entusiasmanti”, come non esita a definirli il presidente del Lions Club Montemurlo, Francesco Messineo.

Sono state oltre 2 mila le visite mediche gratuite svolte in una sola giornata: 1633 a Montemurlo e 700 a Montale. Numeri che, se tradotti in termini economici, significano prestazioni mediche fornite gratuitamente alla cittadinanza per un controvalore che si aggira tra i 60 e gli 80 mila euro.

Per la buona riuscita della giornata, in campo è sceso un piccolo esercito, composto dai volontari, medici, infermieri e tecnici che hanno lavorato incessantemente dalla mattina alle 8:30 fino alla sera alle 19, quando è iniziato lo smontaggio degli ambulatori, allestiti in tende da campo e in casette mobili.

Le persone, che con pazienza fin dal mattino si sono messe in fila per fare l’accettazione, sono state assistite dai volontari che hanno provveduto ad accompagnarle ai vari padiglioni. Non solo montemurlesi ma tanti anche i cittadini che sono arrivati da Prato, da Carmignano e perfino da fuori provincia (Pescia), per approfittare dell’opportunità della prevenzione gratuita.

Gente comune, che ha approfittato dell’opportunità di fare gratuitamente esami, talvolta costosi, per i quali molto spesso attraverso il servizio pubblico, è necessario attendere anche diversi mesi.

Il montaggio delle tende

Le visite più richieste, tra le ventiquattro le patologie per le quali si poteva richiedere una diagnosi, infatti, sono state la Moc (la tecnica diagnostica utilizzata per valutare la mineralizzazione delle ossa) con oltre 90 prestazioni, l’ecodoppler carotideo, l’elettrocardiogramma (ne sono stati fatti oltre 130), le visite dell’apparato respiratorio, l’eco-addome, il controllo dell’udito.

Per fortuna dagli esami non è emerso nessun caso grave, al contrario dello scorso anno quando fu trovato un uomo con un infarto in corso. In compenso sono stati rilevati ben quaranta casi di persone con valori glicemici alti e altrettanti con ipercolesterolemia e ipertensione.

«I risultati dei Lions in piazza di quest’anno sono impressionanti, una vera sorpresa – commenta l’assessore alle politiche sociali, Luciana Gori –. Numeri che ci dicono che domenica scorsa quasi un decimo dei montemurlesi è venuto in piazza a fare prevenzione in maniera veloce e gratuita, senza lunghe attesa e senza costi, talvolta gravosi per le famiglie più fragili.

Un risultato che ancora una volta mi fa ribadire ai Lions Club l’esigenza di mantenere attivi durante l’anno punti di prevenzione sanitaria gratuiti sul territorio.

Il Comune è pronto a fare la sua parte mettendo a disposizione ambulatori medici e contributi economici. Una giornata che ha dato a tantissimi cittadini l’opportunità di capire il proprio stato di salute e di adottare accorgimenti in termini di stili di vita che potranno aiutare a prevenire patologie ben più importanti».

Anche Francesco Messineo, presidente del Lions Club Montemurlo, tira le somme della giornata dedicata alla prevenzione con grande orgoglio e soddisfazione: «Siamo entusiasti: il calore umano di tutti i volontari che hanno lavorato fianco a fianco per la buona riuscita della giornata, l’affetto delle persone che sono venute in piazza per le visite, la dedizione instancabile dei medici che hanno prestato servizio, ci hanno ripagato di tutti gli sforzi, tanto che già stiamo pensando all’edizione del prossimo anno».

Lions in piazza a Montemurlo e Montale

All’iniziativa è intervenuto anche il presidente del Lions Club 108 La Toscana, Antonino Poma che ha elogiato la buona riuscita dell’iniziativa.

La manifestazione è stata promossa dal Lions Club International – Distretto 108 La Toscana e dai Lions Club di Montemurlo, Pistoia Fuorcivitas, Prato Castello dell’Imperatore, Prato Curzio Malaparte, Quarrata Agliana Pianura Pistoiese, Serravalle Pistoiese, Sesto Fiorentino con il patrocinio dei Comuni di Montemurlo e di Montale, della Regione e della Azienda Usl Toscana Centro e la collaborazione della Misericordia di Prato, Croce d’Oro di Prato e di Montale, della onlus Precious hands e dei Leo.

Hanno inoltre portato il proprio contributo alla riuscita dell’iniziativa il Cisom- Ordine di Malta Italia Corpo italiano di soccorso, Assmaf associazione per lo studio della sclerosi sistemica e delle malattie fibrosanti, Cso, Aido Montemurlo, Galbert Medical technology, Synlab servizi diagnostici, Analisi della postura, Cambio Rotta centro discipline bionaturali, Ascoltare centro acustico italiano, Farmacom, Fratres, Adp associazione diabetici pistoiesi,Lilt lega italiana per la lotta ai tumori, Nefro Toscana onlus, Avis, Aic associazione italiana celiachia, Adafi associazione diabetici area fiorentina, Andi Pistoia, Uic unione italiana ciechi e ipovedenti, Gruppo storico di Montemurlo e Alice Italia onlus associazione per la lotta all’ictus cerebrale.

[masi – comune montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento