“LITALIAINTESTA” È ANCHE A PISTOIA

Il coordinamento pistoiese Litaliaintesta
Il coordinamento pistoiese Litaliaintesta

PISTOIA. Matteo Renzi non ha un partito, ma il partito di Matteo Renzi è popolatissimo. L’ultima sponda civile, ultima solo in ordine di tempo, siamo pronti a scommettere, si chiama Litaliaintesta, senza apostrofo, proprio come si confà ai tempi di facebook: nasce dalle ceneri, raccolte e date al vento solo a missione compiuta, di Officine democratiche.

E da oggi, 31 gennaio, l’associazione culturale e politica senza bandiere e senza leader, senza logo e colori, ha anche i suoi adepti a Pistoia, sotto il controllo di Antonella Gramigna, che fa già parte del nazionale e che aspetta che i giovani, Mirko Esposito e Elena Bigalli su tutti, si facciano le ossa per poter cedere loro, e ai più convinti seguaci, il testimone.

L’ufficializzazione della succursale pistoiese del movimento renziano, nato a Roma lo scorso 2 aprile e che vanta, soprattutto in Toscana, già numerose filiali territoriali, si è avuta stamani, al bar Marini, con la foto di rito e qualche cenno sui programmi del movimento, riassunti in un comunicato e distribuiti ai presenti.

Litaliaintesta – ha detto Antonella Gramigna, la padrona di casa – nasce, soprattutto, per volontà dell’ex ministro degli uffici regionali Lanzetta, che già all’epoca del suo mandato capì e sposò, a piene mani, la politica associazionista e del volontariato, intuendo che solo lavorando sui territori si sarebbe potuti arrivare, a livello nazionale, ad una nuova e altra affezione politica. Il nostro motto, infatti, è proposte e non proteste, perché la politica e la società hanno, in egual misura, urgente bisogno di costruzione e non di distruzione. Anche il nome dell’associazione riassume buona parte della filosofia che ci ha mosso a contarci e costituirci: siamo abitanti di uno dei Paesi più belli del mondo; dobbiamo fare in modo che questa Italia, da fanalino di coda, sbeffeggiato e deriso, torni a primeggiare, in tutti i campi di sua competenza, che sono molti e molto qualificati e qualificanti”.

Litaliaintesta, già presente in alcune zone della penisola e in Toscana già attiva sul territorio a Prato e Livorno, non soffrirà gli steccati politici, quelli tanto cari alla vecchia concezione politica.

“Siamo un libro e una casa aperta a tutti quelli che hanno qualcosa di utile e costruttivo da dire e da fare – aggiunge Antonella Gramigna –, senza alcun veto. Ci stiamo ramificando nel tessuto sociale attraverso coordinamenti autonomi perché siamo profondamente convinti che solo aggirando l’ostacolo burocratico della partitocrazia e degli interessi la gente possa sentirsi in dovere di ritessere le fila con la politica. Che deve per forza di cose ripartire dal territorio, dal volontariato e risalire il versante della montagna esattamente dall’altra parte per poter aspirare a tornare in vetta”.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento