“LO CHIAMAVANO GIACOMO, FIGLIO DEL TUONO”, ALLA PIEVE DELLA ROCCA UN MONOLOGO SULLA VITA DI SAN JACOPO

Lunedì 19 luglio ore 20 alla Pieve di San Giovanni Decollato, Giovanni Fochi drammatizza la vita del santo nell’anno Iacobeo. Si tratta dell’anteprima dello spettacolo che farà tappa in tutti i Comuni toccati dal Cammino di San Jacopo in Toscana

La locandina

MONTEMURLO. Nell’anno Iacobeo lunedì 19 luglio ore 20 alla Pieve di San Giovanni Decollato alla Rocca va in scena l’anteprima assoluta del monologo Lo chiamavano Giacomo, figlio del tuono, scritto, diretto e interpretato da Giovanni Fochi. Una nuova iniziativa culturale promossa dall’associazione “Borgo della Rocca” (da un’idea di Cinzia Menichetti), parrocchia del Sacro Cuore, con il sostegno e il patrocinio del Comune di Montemurlo, della Regione Toscana, della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato.

Tante sono le storie e le leggende legate al nome e alla vita dell’apostolo Giacomo, che per la prima volta saranno raccontate in uno spettacolo teatrale, scritto da Fochi durante la pandemia.

«Lo spettacolo nasce dalla necessità di ricondurre il tema della spiritualità dell’uomo che diventa pellegrino» — spiega Cinzia Menichetti.

«Dopo l anteprima alla Pieve, anche Lo chiamavano Giacomo si metterà in viaggio e percorrerà le tappe dell’itinerario del Cammino di San Jacopo in Toscana».

Giacomo (Jacopo o Iacopo), figlio di Zebedeo e Salome, fu, insieme al fratello Giovanni, uno dei dodici apostoli, fu il primo a subire il martirio di spada, per volere di Erode Agrippa. Per l’assessore alla cultura, Giuseppe Forastiero, il monologo sulla vita di San Giacomo è un’opportunità di promozione del territorio: «Attraverso questo spettacolo, legato al Cammino di Sana Jacopo, continuiamo a promuovere Montemurlo, la sua storia e le sue ricchezze artistiche. Un nuovo modo di fare turismo legato ai cammini».

Il servizio di guardiania è affidato all’associazione Alpini di Montemurlo e al Cisom. Uno speciale ringraziamento alla famiglia Becciani per aver messo a disposizione il giardino della Rocca dove — dopo lo spettacolo — si svolgerà un buffet.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione tel. 3405569732 o scrivere a borgoroccamontemurlo@gmail.com

[masi — comune di montemurlo]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email