lo spazio. “POLVERE”, A CHERNOBYL A TRENT’ANNI DALLA CATASTROFE

L’invito

PISTOIA. Venerdì 17 alle 17 del 2017, sarà presentato in anteprima, a Lo Spazio di via dell’ospizio a Pistoia, il volume di Simone Fagioli, Polvere (Settegiorni editore, 2017, p. 128, euro 16,00).

Intervengono Lucia Agati, Cristiana Barandoni, Filippo Basetti, Giulia Bartalozzi, Nilo Benedetti, Luciano Pallini. Sarà assente, forse presente, l’autore: Simone Fagioli.

“Arrendersi a un viaggio significa aprirsi completamente ad esso per arrivare a cogliere l’essenza della meta. Questa è l’esplorazione di Simone Fagioli a Chernobyl.

“Non un viaggio preparato spiritualmente, culturalmente e fisicamente ma una sfida visiva per tentare di entrare in quel nocciolo duro che è l’Ucraina prima e dopo l’incidente della Centrale nel 1986.

“Simone Fagioli ci accompagna attraverso intuizioni, sensazioni e riflessioni in una realtà che ancora a lungo sarà coperta di polvere come quella che si rivela nei suoi scatti fotografici tanto attuali quanto, talvolta, strazianti di luoghi così europei ma così distanti da noi.

“Il filo rosso di una politica anche repressiva, non scevra di atrocità, ci guida evidenziando e offrendo rilievo a documenti del Novecento ritrovati e mostrati per la prima volta.

“Un pellegrinaggio tra le contraddizioni di una nazione, l’Ucraina post sovietica, che tenta di uscire da quella polvere” (Anna Bartolini).

Simone Fagioli (Pistoia 1967) è ricercatore di formazione antropologica. Collabora con enti pubblici e privati per ricerche sui temi della nascita e sviluppo dell’industria (metallurgica, mineraria, cartaria, tessile, ceramica), analisi dei processi produttivi preindustriali e industriali, nonché gestione di archivi d’impresa e privati.

21/21 è la nuova collana di narrazione visuale di Settegiorni Editore. Inaugura la collezione il volume del viaggio a Chernobyl di Simone Fagioli. Seguirà, Andrea Dami, con un viaggio temporale nella Pistoia del 1980.

La collana vuole affrontare i temi della storia, della memoria, del territorio, del viaggio attraverso le immagini con un accompagnamento “sonoro” dovuto al racconto verbale.

[lo spazio via dell’ospizio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento