lo spazio. “CUORE DI GIGLIO”, STORIE DI MARE, MIGRAZIONI E NAUFRAGI

Domani sabato 29 aprile ore 17.30 presentazione del libro di Michele Taddei. Musiche di Giuditta Scorcelletti e Alessandro Bongi
La copertina del libro

​PISTOIA. Una serata tra parole e musica per raccontare storie di mare, migrazioni e naufragi. Domani sabato 29 aprile dalle 17.30 Lo Spazio di via dell’ospizio, in via dell’ospizio 26/28 a Pistoia, ospita il reading del libro Cuore di Giglio (De Ferrari Editore) in cui Michele Taddei scrive dei trenta mesi successivi al naufragio della nave da crociera Costa Concordia che ha segnato la storia recente dell’Isola del Giglio.

Ad accompagnare l’autore in questo racconto la cantante folk Giuditta Scorcelletti che, con Alessandro Bongi alla chitarra, eseguirà canzoni dedicate al mare e alle sue storie, tratte dalla tradizione popolare.

Giuditta Scorcelletti

Nel libro, l’autore, oltre a raccontare la cronaca puntuale, pone il suo sguardo anche alla scoperta dell’isola che non è composta solo di straordinarie spiagge e un mare incontaminato ma è ricca di storie di naufragi e di utopie, leggende e miti fondativi.

Diviso in 20 capitoli, ha come protagonisti i pirati, i fari dell’isola, le meridiane del capitano genovese Enrico Alberto D’Albertis, le capre del pastore Angelo, l’archeologo Mensun Bound che da trent’anni è alla ricerca di un prezioso elmo corinzio, il minatore Pietro e la “sua” miniera di pirite.

L’AUTORE

Michele Taddei, giornalista, ha vissuto tre anni all’Isola del Giglio per supportare l’Amministrazione comunale nel periodo dell’Emergenza negli anni del naufragio.

È autore di Siamo onesti! Bettino Ricasoli, il barone che volle l’Unità d’Italia (Firenze, 2010), e di Scandalosa Siena (Siena, 2013).

Su agenziaimpress.it tiene un blog intitolato “Ah, s’io fosse fuoco”.

[lo spazio]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento