LO SPOSTAMENTO DEI SEMILIBERI IN VIA DEGLI ARMENI

L'edificio che ospiterà la sezione del carcere di Pistoia
L’edificio che ospiterà la sezione semiliberi del carcere

ROMA-PISTOIA. Arriva un importante provvedimento del governo per arginare la difficile situazione carceraria del penitenziario di Pistoia. Il Sottosegretario del Ministero della Giustizia, Cosimo Maria Ferri, ha annunciato ieri la firma del contratto di comodato d’uso gratuito per la cessione dell’ala dell’antico convento dei frati minori Cappuccini di Montughi.

La ristrutturazione dell’edificio è funzionale ad allargare la sezione del carcere per i detenuti semiliberi, che fino ad oggi era assolutamente inadeguata. È attesa per i prossimi giorni, inoltre, la firma di un protocollo tra il direttore dell’Istituto Penitenziario e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia.

“La Fondazione merita un sincero ringraziamento – spiegano i deputati Bini e Fanucci – dal momento che provvederà a proprie spese alla messa in sicurezza e al necessario adeguamento dell’immobile”.

“Per assicurare la sicurezza dei cittadini – spiegano – è doveroso poter contare su strutture penitenziarie adeguate, in grado di garantire condizioni di vita decorose e affrontare il problema del sovraffollamento. Siamo molto soddisfatti dell’accordo raggiunto”.

La difficile condizione del carcere di Pistoia è un problema che si trascina da anni, di cui i due deputati del territorio si sono occupati fin dall’insediamento in Parlamento. Occorre sottolineare che l’operazione non porterà un aggravio di spese per lo Stato e produrrà sensibili benefici sia per i lavoratori che svolgono la propria attività all’interno della struttura, sia per i detenuti.

“Siamo grati al sottosegretario Ferri per il grande lavoro in favore di un progetto così importante e utile per la collettività pistoiese. Gli spazi – vanno avanti Bini e Fanucci – potranno accogliere i condannati a fine pena e le loro famiglie. L’ampliamento degli ambienti renderà possibile l’avvio dei necessari percorsi rieducativi e ricreativi”.

Non nasconde il proprio entusiasmo anche il sottosegretario Ferri. “Caterina Bini ed Edoardo Fanucci sin dall’inizio si sono impegnati per raggiungere questo risultato, a loro va un grande ringraziamento per la serietà e per la costanza. Questa firma rappresenta una soddisfazione per tutti: dobbiamo continuare con determinazione nella nostra opera di adeguamento delle strutture carcerarie” ha concluso.

[comunicato bini-fanucci]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento