lo stato in pezzi. PROVINCIA IN MOBILITAZIONE PER MANCANZA DI RISORSE PER SCUOLE E STRADE

Provincia in rivolta. 1

PISTOIA. Dopo la scelta di depositare alla Procura della Repubblica, alla Prefettura e alla Corte dei Conti un esposto cautelativo contro la mancanza di risorse che impedisce di far fronte alle funzioni istituzionali, la Provincia sceglie con determinazione e forza la mobilitazione.

“Settimana di mobilitazione delle Province a difesa dei diritti e della sicurezza delle Comunità e dei territori” questo è il titolo dell’iniziativa nazionale organizzata dall’Upi per denunciare sui territori la situazione grottesca delle Province, ovunque senza soldi e con funzioni istituzionali di assoluta importanza da garantire, a cui aderisce anche la nostra Provincia.

La Provincia di Pistoia è arrivata alla mobilitazione per denunciare lo stato di emergenza in cui si trova. Il codice rosso della nostra Provincia riguarda in primo luogo la messa in sicurezza e il mantenimento delle scuole superiori e delle strade provinciali.

Nel 2017 alla nostra Provincia mancheranno 19 milioni di euro per le spese sulle funzioni fondamentali.

Provincia in rivolta. 2

“Non sono in gioco i lavoratori delle Province o la qualità dei servizi, sebbene queste siano questioni importanti. È in gioco la sicurezza dei cittadini, dei ragazzi che frequentano la scuola superiore, degli utenti delle strade provinciali. Bisogna chiamare le cose con il loro nome e dire la verità.

“È un bubbone che sta per scoppiare: si è andati di male in peggio e se si continua su questa strada all’orizzonte si rischiano tragedie. Non si può più perdere tempo e non si possono sprecare occasioni. È fondamentale portare la nostra protesta sotto i riflettori e informare le istituzioni locali e soprattutto i cittadini” dichiara il Presidente Vanni.

Per Venerdi 24 marzo la Provincia di Pistoia, nell’ambito della settimana di mobilitazione a difesa dei diritti e della sicurezza dei territori, convoca un incontro pubblico alle ore 11.00 in Sala Nardi per ribadire il grave stato di sofferenza riguardo la sicurezza, la manutenzione e gli investimenti destinati alle scuole superiori e alle strade provinciali. Invitati alla riunione il Prefetto, tutti i Sindaci, i Dirigenti Scolastici, i Sindacati le Associazioni di categoria, l’Aci, le Rappresentanze dei Consigli di Istituto e le Rappresentanze dei Genitori e Studenti.

Provincia in rivolta. 3

Conclude il Presidente Vanni “È importante fare fronte comune e unire le forze tra istituzioni e sul territorio perché l’appello drammatico che viene dalla Provincia di Pistoia per le scuole superiori e per le strade provinciali sia forte e chiaro.

Non si mantengono km e km di strade e le scuole con le parole. L’ allarme è straordinario e straordinaria deve essere la mobilitazione. Il grido delle Province italiane non può cadere nel vuoto, il Governo ci deve dare risposte”.

[provincia pt]

Vedi anche: http://www.linealibera.info/lo-stato-in-pezzi-vanni-protesta-per-il-popolo-e-arrivano-le-mazzate/

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento