L’ULTIMO LIBRO DI CAPECCHI ALLA LIBRERIA LO SPAZIO

Straniero nemico e fratello
Straniero nemico e fratello

PISTOIA. Venerdì 16 gennaio, alle 17, alla libreria Lo Spazio di via dell’Ospizio, in collaborazione con l’Associazione Amici di Groppoli, verrà presentato il volume di Giovanni Capecchi, Lo Straniero nemico e fratello. Letteratura italiana e Grande Guerra (Clueb, 2013, p. 300, euro 27). L’autore ne discuterà con Gianpiero Ballotti e Andrea Capecchi.

Il saggio si propone di offrire un quadro complessivo della letteratura nata in quel periodo o comunque legata al conflitto del 1914-1918. Gli scrittori (italiani, ma non solo) hanno partecipato alla guerra e la guerra ha generato scritture, adoperando diverse forme espressive (dalla poesia al taccuino e al diario, dal romanzo al testo teatrale, dalle memorie agli articoli di giornale) e componendo i loro testi in distinte stagioni.

Giovanni Gapecchi
Giovanni Gapecchi

La guerra, infatti, è stata raccontata ‘in diretta’, durante i combattimenti, nelle pause lasciate libere dagli assalti; ma anche dopo il 1918, con numerosi libri fino agli anni Trenta, ma con una riemersione del tema significativa anche nel secondo dopoguerra, negli anni Sessanta e addirittura oggi.

Attraverso autori che hanno combattuto (da Renato Serra a Giuseppe Ungaretti, da Giani Stuparich a Emilio Lussu), ma anche utilizzando scrittori che hanno vissuto la guerra ‘a distanza’, perché dislocati nelle retrovie (come Aldo Palazzeschi e Umberto Saba) o perché non più giovani (Luigi Pirandello, Italo Svevo, Federico De Roberto), viene ricostruito un quadro complessivo della letteratura della Grande Guerra, facendo anche riferimento al tema del rapporto con il nemico.

[lo spazio – comunicato]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento