lutto. PESCIA PIANGE LA SCOMPARSA DI CARLO BOTTAINI

Aveva “riscoperto” il Palio e animato tante altre iniziative

Carlo Bottaini in una foto del 2013

PESCIA. La città di Pescia piange la scomparsa di Carlo Bottaini, stimato e attivo interprete di importanti iniziative, prima fra tutte la riscoperta del Palio di Pescia come lo conosciamo oggi, oppure della famosa competizione canora del Biscione d’Oro, tutte manifestazioni che hanno portato nel mondo una immagine positiva della città.

“Per la nostra Città è una grave perdita – dice il sindaco facente funzioni Guja Guidi – e non lo diciamo certo ora che Bottaini ci ha dolorosamente lasciato.

Nel dicembre 2019 io e Oreste Giurlani gli abbiamo conferito il premio di Pesciatino Doc, una definizione che è forse riduttiva rispetto alle tante iniziative e  idee che Bottaini ha regalato alla città e che testimoniano la sua grande appartenenza e amore per Pescia, le sue tradizioni e la sua storia.

Cercheremo di trovare delle forme adeguate per ricordarlo come si merita, ovvero in grande stile e con manifestazioni importanti. Ci uniamo al dolore della famiglia, a nome di tutta la comunità pesciatina”.

Carlo Bottaini, nel dicembre 2019,  nella sala consiliare del comune, aveva presentato  il suo libro sulla storia del Palio, “Il Palio di Pescia di cronaca in cronaca. La sua storia moderna fino ad oggi”, visto che era considerato da tutti l’artefice della riscoperta della versione attuale del Palio degli arcieri a Pescia.

Dopo la presentazione  il sindaco Giurlani e il vicesindaco e assessore alla cultura Guja Guidi gli avevano conferito  il premio “Pesciatino Doc” , onorificenza dedicata a chi è nato a Pescia e vive in città da molti anni ed abbia contributo allo sviluppo del territorio.

[comune di pescia]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT64H0306913834100000008677 su Intesa San Paolo Spa - Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email