M5S BUGGIANO: «NO A COLATE DI CEMENTO E BITUME»

Presentate le osservazioni sulla lottizzazione di via XXV Aprile
L'area della lottizzazione
Buggiano. L’area della lottizzazione

BUGGIANO. Dopo l’approvazione della lottizzazione di via 25 aprile, il M5S ha presentato, un documento di osservazioni. L’impegno del M5S contro il consumo di suolo e la cementificazione è costante; anche in questo caso si dichiara critico a questo tipo di progetti invasivi, in zone che dovrebbero essere tutelate e non alterate da colate di cemento e bitume.

Negli ultimi 20 anni si è costruito più del necessario e il comune di Buggiano è tra i più cementificati della Valdinievole. È arrivato il momento di frenare questo scempio, anche considerato che la crisi economica ha fatto si che molte delle abitazioni restassero vuote. Si prevede la costruzione di 18 nuove unità abitative e conseguenti aree asfaltate.

La lottizzazione in oggetto andrà ad ingombrare e ad alterare tangibilmente, l’incantevole cornice del paesaggio intorno a Bellavista.

L’impatto visivo sarà evidente. Si andrà a deturpare pesantemente il paesaggio con un ingarbugliamento forzato di case oltretutto estranee alla tipologia del territorio; compresse fra loro e con zone a verde molto anguste. Il parcheggio connesso è destinato, da progetto, ad utilizzo pubblico ma considerando il numero dei posteggi, risulta di fatto destinato all’esclusivo utilizzo dei futuri residenti della lottizzazione.

Un parcheggio che alla fine avrà un utilizzo privato, quanto può interessare alla comunità, visto che il costo della relativa manutenzione ricadrà sulla stessa senza nessun ritorno? Oltretutto se fosse stato pensato come parcheggio pubblico anche i posti per i disabili sarebbero stati dislocati diversamente e non tutti verso il nuovo insediamento. Anche l’aspetto idrogeologico si andrà ad alterare.

Cartografia della lottizzazione
Cartografia della lottizzazione

La zona interessata, che si trova lungo l’argine del torrente Cessana, funge ora da cassa di espansione. Questo potrà creare problemi idrogeologici? Si andrà anche ad intubare una fossa campestre; così facendo si andrà a ridurre in maniera consistente la ricezione delle acque meteoriche. Speriamo che i progettisti siano lungimiranti prima di trovarsi a conseguenze dannose.

Il M5S chiede l’attenzione sulle osservazioni suddette e soprattutto di diminuire il numero delle palazzine che hanno una densità abitativa troppo elevata, cosi da migliorare la circolazione interna e l’impatto visivo. Il M5S invia anche un’interrogazione proprio sul consumo del suolo.

Vista la normativa Europea che prevede un consumo del suolo zero entro il 2050, si chiede all’amministrazione come intende pianificare il conseguimento di tale obbiettivo. Per raggiungerlo si dovrebbe fin da ora intervenire sul Piano Regolatore dando termine fin da ora alle concessioni e alle delibere in campo edilizio.

Si chiede infatti inoltre di conoscere quante e quali lottizzazioni sono previste sul territorio. Le case nuove e vuote a Buggiano sono davvero troppe, gli edifici esistenti da ristrutturare abbondano, il mercato edilizio d’ora in poi dovrà basarsi su nuove dinamiche.

Occorrono scelte coraggiose e iniziative in controtendenza. Visto che questo tipo di pianificazione prevede molto anticipo, il M5S sollecita l’amministrazione e il Sindaco a prendere in mano il problema e ad affrontarlo concretamente senza indugio, vista l’emergenza.

Movimento 5 Stelle in Valdinievole

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento