M5S: «LA REGIONE NON SALVERÀ LE TERME»

L’Assessore Nocentini: «Investimenti in relazione alla redditività»
L’Assessore Sara Nocentini
L’Assessore Sara Nocentini

MONTECATINI. Le notizie che trapelano dal tavolo di lavoro sulle Terme di Montecatini (http://www.ilgiullaremagazine.com/nocentini-terme-soldi-dalla-regione-forse/) sono la conferma della bontà del nostro voto contrario al protocollo. Un accordo, prima servito con un antipasto tanto dolce quanto inventato, (cinquanta milioni di euro in arrivo, accolti, dalla maggioranza, con applausi e pacche sulle spalle del Sindaco non meno di un paio di sedute consiliari fa, ma mai messe per scritto) poi svelato nella sua inefficacia ed insussistenza.

Chi ha votato a favore, ha dichiarato di averlo fatto, sulla base di un impegno d’investimento da parte della regione che ora viene messo in dubbio dalla stessa Nocentini nella sua nota; in pratica in consiglio comunale è stato votato un bluff dove la spiegazione “orale” del sindaco risulta diversa dal protocollo d’intesa: dichiarare che l’investimento, sarà fatto solo se conveniente e redditizio è come comunicare a Montecatini che non vedrà un solo euro, visto che il progetto non era economicamente valido nemmeno quando partì ormai 7 anni fa.

Terme di Montecatini
Terme di Montecatini

Un altro punto a favore del protocollo, sbandierato dal Pd, era quel “voler mettere in sicurezza la società prima di far uscire il socio di maggioranza e di farlo in circa 60 gg”; quel termine adesso si è trasformato in qualcos’altro, è il termine in cui la Regione dirà come intende uscire senza creare troppi problemi alla società Terme. Differenze sottili ma sostanziali come quando hanno scritto sul protocollo di fare “tutto il possibile per salvare le terme” e non “tutto il necessario”.

Unanime fu poi lo sdegno, del consiglio, in merito agli attacchi ricevuti dall’Amministratore Unico Fabrizio Raffaelli, sentito fu l’impegno del Sindaco a far cambiare atteggiamento alla Regione ed al suo assessore su questo punto; puntuale è arrivata la nuova “bordata” sull’operato di Raffaelli.

Chiediamo quindi al Sindaco di rendere conto, al consiglio comunale e ai cittadini, delle promesse mancate, del continuo cambio di strategia, della pochezza della posizione del Comune in questa vicenda, della mancanza di democrazia nell’escludere due liste dopo aver dichiarato il contrario e di questo continuo svilimento dell’organo elettivo del Comune.

Movimento 5 Stelle Montecatini

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento