m5s. NOCERA SULLE NOMINE DELLE COMMISSIONI

Gianni Nocera

QUARRATA. Successivamente all’avvenuto insediamento del Consiglio Comunale, del sindaco e della giunta, in data odierna (29 giugno – n.d.r.) sono state istituite le Commissioni Comunali con i relativi Presidenti e Vicepresidenti.

Secondo l’opinione del M5S di Quarrata, appare appena il caso commentare il metodo di lavoro di alcuni membri del consiglio appena costituito, ma risultano lampanti due circostanze che non rispettano  i principi dell’argomentazione politica e democratica.

In primo luogo abbiamo un’assegnazione sperequativa degli incarichi che, purtroppo, non garantisce un approccio pluralista né tantomeno garantirà, in seno alle prossime sedute di commissione, una discussione tra i membri costruttiva, essendo venuto meno il senso di rispetto e lealtà nei confronti dell’elettore che ha consegnato, con il proprio voto, un mandato elettorale ad alcuni soggetti verosimilmente rivoluzionari, ma che alla fine lo hanno miseramente svenduto e una lealtà morale nei confronti dei colleghi consiglieri di opposizione.

Con tali presupposti viene meno la possibilità di mediazione atta a smussare argomentazioni e tesi eventualmente troppo vincolate a precise ideologie politiche, in maniera ancora più evidente durante il lavoro delle commissioni che hanno il loro principale sfogo  nelle funzioni di indirizzo e controllo politico-amministrativo. È stato troncato di netto un percorso decisivo, se abbiamo davvero come prima scelta la visione democratica delle nostre scelte e l’interesse del cittadino.

In secondo luogo non viene riconosciuta, ad alcuni componenti di questo consiglio, una sicura specializzazione in alcune tematiche che avrebbe favorito un’analisi pregnante degli argomenti, corredata una maggiore attenzione al linguaggio tecnico ed alla concretezza delle proposte che volta volta sarebbero state portate sui tavoli della commissione.

In un clima di dialogo, era necessario che fossero stati assegnati incarichi di presidenza a membri del consiglio portatori di capacità professionali reali e non a meri calcoli e dispetti politici, invece questa sera è stato svelato l’arcano e tutto il fumo creato intorno a presunti accordi preelettorali tra Lega Nord Quarrata e il Partito Democratico, che tanto rumore hanno creato in campagna elettorale, sono diventati all’improvviso lampanti e hanno dissipato i dubbi sul franco tiratore nel consiglio comunale di lunedì dove è stato eletto Presidente del Consiglio Gabriele Giacomelli anche con il voto di un membro della minoranza.

I componenti della maggioranza hanno concesso la presidenza di una commissione ad un membro dell’opposizione, ma presi da una vena di eccesso democratico hanno deciso “loro” il nome del componente: Giancarlo Noci.

Il Candidato Sindaco della Lega che contro il PD, in piazza, urlava “vergogna” .

Gianni Nocera
Consigliere Comunale

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento