M5S. PIANA, MUORIAMO SEMPRE PIÙ DI TUMORI

Sono dati ufficiali pubblicati dalle autorità sanitarie e aggiornati a pochi mesi fa
Il Consigliere Bartoli e l’On. Massimo Artini
Il Consigliere Bartoli e l’On. Massimo Artini in conferenza

AGLIANA. La conferenza stampa del M5S, nei giorni scorsi, è stata davvero impressionante: i comuni della piana – Agliana in testa – sarebbero soggetti a delle pesanti criticità per la presenza di malattie tumorali, che li rendono comparabili ai comuni dell’area della famigerata “terra dei fuochi” o della violentata provincia tarantina.

Il lavoro pubblicato dal Movimento 5 Stelle è stato presentato dai consiglieri Bartoli, Lafranceshina e dall’On. Massimo Artini e illustrato via skype dal medico ricercatore Petrosino che ha raccolto un enorme data base di dati epidemiologici dagli uffici territoriali di Usl 3.

Sulla valenza scientifica del suo lavoro, il ricercatore napoletano è stato davvero illuminante: sono dati ufficiali pubblicati dalle autorità sanitarie e aggiornati a pochi mesi fa.

Se è possibile conoscere il numero degli incarcerati o dei lavoratori in malattia o degli allievi di una scuola assenti per malattia in tempo reale, perché non deve acquisirsi un parametro avente oggetto i “malati di tumore” reso con rigore inventariale dalle Usl d’Italia?

Cis, inceneritore di Montale
Cis, inceneritore di Montale

La conferenza stampa ha permesso di considerare la correttezza della denuncia già presentata dal Comitato dell’Inceneritore di Montale nel 2010 con l’oncologa dott.ssa Patrizia Gentilini e il dott. Valerio Gennaro, epidemiologo dell’Iste-Ge di Genova, che avevano drammaticamente dato avviso delle criticità sanitarie sul territorio della Piana: una prognosi che sembra essere purtroppo ben confermata dopo quattro anni.

I relatori hanno dato impegno alla platea di procedere con tempestività alla formalizzazione dei dati alle autorità sanitarie del territorio per il loro lavoro di ricerca svolto e provvederanno a comunicare il risultato agli ordini dei medici delle province di Pistoia e Prato, che hanno già chiesto una moratoria sull’incenerimento dei rifiuti nello stesso tempo in cui il Cis vuole continuare a bruciare per altri 20 anni. E a tutto fuoco.

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “M5S. PIANA, MUORIAMO SEMPRE PIÙ DI TUMORI

  1. dati del 2010 lo annunciavano …. indagine epidemiologica fatta dall’usl di Pistoia, mai conclusa, scandalo su accordi all’oscuro della cittadinanza e dei comuni sulla proroga/affidamento ventennale dell’inceneritore …. ed oggi quest’altra bastona!!.
    Ma ci vuole tanto per capire e far capire ad una maggioranza Renziana, che l’inceneritore a ridosso dell’abitato fa male? Ma ci vuole tanto per RIBELLARSI alla corrente Renziana che spinge per l’inceneritore …. però così lontano da Bagno a Ripoli ? Facciamolo un’inceneritore ultra immenso e grandissimo, che brucia tutto, ma sotto casa di Renzi, con autorizzazione a brucare per i prossimi 100 anni, e sotteriamo le ceneri nel giardino di casa sua e vendiamo se sarà ancora Pro-inceneritore o cambierà idea. SVEGLIA MONTALESI ED AGLIANESI….. SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento