MA QUANTO GLI COSTA IL NUOVO OSPEDALE AI PISTOIESI?

Se la caveranno con una somma che si aggira appena intorno al 630-650 milioni di €, salvo errori & omissioni
Die Toskana
Die Toskana

PISTOIA. Intanto il titolo non è un errore con quel bel «gli» pleonastico che sottolinea la presa in giro a tutti quegli elettori rossi che hanno eletto Rossi e che stanno per rieleggere Rossi e le sue rossate per altri 5 anni di filosofia della spesa a carico dei tosKani (la K ci sta bene come in tedesco, dacché un altro nobile toskano di Pontassieve ama la MerKel).

Facciamo un po’ di conti, anche senza l’àpisse – come scriveva qualche compagno delle elementari sessant’anni fa.

Dunque: cominciamo con il costo “a corpo” del gommone, intorno ai 250milioni. Poi sommiamoci altri 2-3 milioni di € per le colline del disonore che dovettero essere fatte dinanzi al Campo di Volo, così, anche per cancellare il panorama della Breda, quella che compreranno i Chin-Chan-Pai.

Poi metteteci 19 anni di tasse a gratisse per la project-financingheria (in tutto 361 milioni di € di affitti): e siamo a 250+3+361 = 614 milioni di €. Mettiamo, dopo, che ci sia qualche piccolo imprevisto: facciamo 10 milioni minimo in 19 anni, va’! E siamo a 624 milioni di €.

L’ospedale del Ceppo e la «Luna nel pozzo»
L’ospedale del Ceppo e la «Luna nel pozzo»

Ma poi c’è la ciliegia sulla torta. Rileggetevi l’intervento di Alessio Bartolomei in Consiglio Comunale a Pistoia, ieri, 2 febbraio: Lampioni accesi, come le parole che volano per la Palestina…

L’Asl 3 sta per fare gli affari suoi con il vecchio Ceppo (vedi), ma se non realizza almeno 18 milioni di € dalla vendita degli immobili, il Comune di Pistoia ha da sborsa’ almeno 2 milioni di € (= 4 miliardi di lire) ai “padron del baccellajo”. E siamo a 626 milioni di €.

Anche un ragioniere di Pistoia c’arriva: il Rossi ai rossi gli è costato un bel po’, se si tien conto che ha fatto tagliare anche una bella fetta di San Marcello (Piot) e una fettunta di Pescia (pediatria)!

L’ex-Sindaco Renzo Berti
L’ex-Sindaco Renzo Berti

Da tutta questa situazione c’ha guadagnato solo il “Sindaco bello”, Renzo Berti, che, dopo aver fatto costruire il San Jacopo sulle Paludi Pontine a rischio subsidenza e idraulico per via dell’Ombrone (e non ce lo poteva far mettere, lì, viste le perizie idrogeologiche), pur facendo il dietologo-nutrizionista dell’Asl, è stato scelto (che culo!) come Dirigente responsabile coordinatore della sicurezza (si capisce che tra cibi e sicurezza sul lavoro il legame è stretto stretto: più o meno culo-e-camicia!) delle aziende cinesi di Prato e dintorni (vedi).

Tranquilli. Fra un ventennio potrà darsi che sia perfino nato un nuovo simpatico modo di dire che farà concorrenza spietata al famoso “costar quanto il Serchio a’ lucchesi”, e che potrebbe suonare così: “fare il chiappo del San Jacopo a Pistoia”.

Che culo, eh, piddìni del Partito Democratico[cristiano]!

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

3 thoughts on “MA QUANTO GLI COSTA IL NUOVO OSPEDALE AI PISTOIESI?

  1. Sono un elettrice da cinquant’anni, prima rossa, poi arancione ed ora come dice lei signor direttore bianca.
    Dopo tutto quello che è stato combinato in Regione stavolta non voterò Pd meglio tardi che mai non crede?

    1. In democrazia è fondamentale saper cambiare direzione. Anche le navi in mare, mentre avanzano, applicano sempre una correzione di rotta: o non arriverebbero mai in porto. Quindi, bene così.
      Cari saluti, EB

Lascia un commento