macchia antonini. I PROGETTI DELLA LEGA MONTAGNA PISTOIESE

Un’opportunità per rilanciare l’occupazion
La Macchia Antonini in una vecchia cartolina

SAN MARCELLO-PITEGLIO. La Macchia Antonini è l’oasi di Pistoia, offre un’area verde raggiungibile facilmente da qualsiasi punto della provincia toscana.

La zona deve il suo nome all’ingegnere Pellegrino Antonini, che nel Seicento volle acquistare il terreno e bonificarlo costruendo qui anche una casa colonica.

Nel maggio del 2016 il comune di Piteglio presentò un progetto su un bando che fu finanziato integralmente. La cifra era di 646 mila euro per la valorizzazione della Macchia.

Come Lega abbiamo in mente diverse idee come: circo all’area aperta d’estate e al coperto d’inverno; animazione; tiri con l’arco e altri giochi medievali in costume.

Corse campestri presso i sentieri con partenza e arrivo nel parco; concorsi di pittura ex-tempore per le scuole della montagna Pistoiese.

Attività con i cavalli presso il club ippico macchia Antonini; area campeggio per camper, roulotte, tende, bungalow; percorsi tra i sentieri a piedi o a cavallo; un’area giochi per bambini e un’area picnic .

Un parcheggio a pagamento con apposito cartello che indica fasce orarie in vari mesi e i costi stabiliti col Comune di Pistoia.

Per quanto riguarda l’ex-colonia Antonini: ristrutturarla per farci un ostello per gli scout, i giovani, gli anziani o le famiglie; creare un centro estivo per bimbi della montagna convenzionato con un centro ippico locale e con il ristorante omonimo in zona.

La macchia Antonini deve essere gestita da più privati, della montagna Pistoiese o di Pistoia.

Collocati nell’area: parcheggio, area campeggio; area parco giochi, a rea pic-nic.

La manutenzione delle varie aree deve essere costante tutto l’anno.

In questo modo daremo l’opportunità alle persone di un impiego e, per facilitare la loro assunzione, vogliamo che ogni singolo lavoro della Macchia Antonini venga iscritto sia al Centro per l’impiego di Pistoia che al Centro per l’impiego di Campo Tizzoro.

Quindi auspichiamo un’assemblea partecipata e costruttiva, nella quale anche la Lega montagna pistoiese presenterà la sua idea di valorizzazione dell’area.

Annabruna Crivelli
Lega montagna pistoiese

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT08V0306913833100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento