malagestio. GLI UFFICI SMEMORATI

Il consiglio comunale è stato convocato in seduta straordinaria per l’approvazione delle tariffe dei servizi. Un altro esempio del caos che regna in Comune ad Agliana che vede le proteste dei consiglieri indignati per la trascuratezza degli uffici. Distrazione, incompetenza e superficialità. E Nerozzi che dice? 
Tari

AGLIANA. Il Presidente Fabrizio Nerozzi ha disposto un’urgente convocazione straordinaria del Consiglio comunale per la indispensabile approvazione delle tariffe dei servizi comunali, da deliberare formalmente entro il 30 marzo.

I consiglieri comunali, protestano per la tardiva comunicazione che impedisce loro di consultare gli atti, limitandone la loro attività sindacale.

La dirigente della ragioneria del Comune di Agliana, Tiziana Bellini è smemorata?

Qualora le tariffe andassero approvate nel mese di aprile, avrebbero un vizio formale che esporrebbe il Comune alla pioggia di ricorsi dei cittadini: questo il motivo di tanta urgenza e sollecitudine, con la Dirigente della Ragioneria Tiziana Bellini che, dopo aver dormito beatamente sulla procedura, si sarebbe improvvisamente “ricordata” dell’imminente scadenza con un imperdonabile ritardo.

La Dony, non controlla la macchina amministrativa?

Ci permettiamo di osservare – e il Presidente Nerozzi ci comprenderà – che questa era l’occasione di lasciare spirare il termine di legge del 30 marzo e poi, vederne gli effetti, ovvero le contestazioni dei cittadini per l’applicazione di tariffe non legittimamente approvate che avrebbero dato seguito a una serie di riduzioni su migliaia di cartelle emesse per i servizi di Tari, Imu e Tasi.

Quando si inizia a fare pagare i risarcimenti ai dirigenti responsabili dei pasticci che stanno venendo a galla ad Agliana?

Queste criticità, sono probabilmente sempre esistite grazie alla malagestio dei demokrats e solo oggi, grazie alla giunta macedonia di fine mandato composta in regime di emergenza da Giacomo Mangoni, riaffiorano.

Il danno conseguente ai mancati incassi, sarebbe – e finalmente osserviamo noi – una somma da servire sulla scrivania della Tiziana Bellini e certamente, anche su quella del Segretario Comunale che, anche questa volta, richiama con il suo comportamento distratto, il personaggio della Bella addormentata.

Una notizia emblematica che dimostra lo stato di confusione e improvvisazione nel quale versa l’amministrazione aglianese, sabotata dagli assessori dem con una fuga collettiva alla fine del mese di gennaio scorso.

[alessandroromiti@linealibera.info]

Sostenete questo quotidiano con un piccolo contributo attraverso bonifico intestato a

«Linee Stampalibera» Iban IT09G0626013807100000001431 su CariPt di Porta San Marco-Pistoia. Riceverete informazioni senza censure!

Print Friendly, PDF & Email